Così la regolamentazione globale percepisce Libra
Regolamentazione

Così la regolamentazione globale percepisce Libra

By Giorgi Mikhelidze - 5 Nov 2019

Chevron down

Il fatto che i responsabili della regolamentazione stiano criticando Libra non è un segreto per la community delle criptovalute. Tuttavia, sono iniziate le trattative per riconoscere il progetto di Facebook come un’innovazione benefica piuttosto che un cash-grab da parte di una grande azienda.

Il cambio di direzione è stato piuttosto rapido e interessante e può essere tracciato fino alla Cina.

Nonostante i numerosi problemi che Libra può causare in termini di regolamentazione finanziaria in una specifica giurisdizione, o influenzare una nuova era della finanza, si tratta comunque di uno strumento molto utile che l’Occidente può avere contro il crescente predominio politico della Cina sulla scena globale.

Questo è stato sottolineato nella testimonianza di Zuckerberg al congresso

In ottobre, Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, ha testimoniato davanti al congresso per affrontare tutte le questioni normative su Libra e chiarire il più possibile la situazione.

Nonostante i critici abbiano accusato Zuckerberg del tentativo di manipolare la comprensione di Libra, è ovvio che le argomentazioni avevano comunque qualche merito. Certo, alcuni di esse sono state esagerate per creare un problema e poi dipingere Libra come soluzione, ma in tutta onestà, potrebbe essere proprio così.

La moneta digitale cinese sarà la forza dominante sui mercati globali semplicemente per il suo volume d’uso. Certo, il dollaro è ora la forza dominante e molto probabilmente non perderà quella posizione nel prossimo futuro, ma dobbiamo guardare ancora più avanti.

Tra un paio di decenni, il soft power che la Cina sta praticando in questo momento, che si traduce in miliardi di investimenti in paesi stranieri, richiederà un qualche tipo di utilizzo della CBDC (Chinese Bank Digital Currency).

Costringere miliardi e talvolta trilioni di dollari ad essere elaborati attraverso una moneta unica, aumenterà ulteriormente la liquidità. Aggiungiamoci il costo e la velocità delle transazioni e otteniamo una situazione in cui le entità, indipendentemente dalle loro convinzioni politiche, saranno costrette ad utilizzare la CBDC in quanto economicamente vantaggiosa per le loro finanze.

Le principali preoccupazioni normative su Libra sono facilmente risolvibili

Al fine di determinare le soluzioni alle questioni relative a Libra, dobbiamo innanzi tutto identificare tali preoccupazioni.

Attualmente, vi sono tre problemi principali.

  • È morale per un’azienda privata creare una valuta?
  • A quale classe d’investimento andrebbe assegnato il Libra Coin?
  • Come saranno monitorate le transazioni internazionali?

Queste sono le preoccupazioni che la maggior parte delle autorità di regolamentazione finanziaria hanno espresso su Libra. Semplicemente non si fidano di Facebook affinché prenda la superiorità morale e aderisca a queste regole. Tuttavia, quando si tratta di risolvere numerosi problemi, è improbabile che Zuckerberg consenta gravi violazioni dopo la multa che Facebook ha ricevuto per aver venduto i dati degli utenti.

Comunque, ecco le soluzioni.

È morale per un’azienda privata creare una valuta?

Sì, è completamente morale e va avanti ormai da un paio di decenni. I buoni regalo sono un chiaro esempio.

Un buono regalo è semplicemente una carta con un numero specifico identificabile, che ha un qualche tipo di valore. Questo valore è determinato dal creatore del buono regalo che viene poi scambiato per contanti. Il buono regalo può essere scambiato solo per un prodotto specifico, ma questo non significa che non abbia un buon valore di liquidità.

Il fatto che può essere scambiato, ed è stato acquistato con denaro reale, lo rende un valido mezzo di scambio. È qualcosa a cui siamo tutti abituati e può essere un regalo di compleanno perfetto qualora regalare denaro sia troppo strano.

Pertanto, creare una moneta digitale che può essere acquistata con denaro reale, e poi scambiata per un numero leggermente limitato di prodotti o servizi, non rende Libra più diversa da un buono regalo.

Infatti, Libra è molto più tracciabile per prevenire le attività fraudolente, mentre i truffatori telefonici usano ormai da anni i buoni regalo come mezzo di pagamento.

A quale classe d’investimento andrebbe assegnato il Libra Coin?

Libra Coin non sarà sicuramente un security token, non è qualcosa che aumenterà di valore. La Libra Association ha detto molte volte che ancorerà la moneta a più valute fiat. In questo modo si equilibrano i tassi di cambio delle varie valute fiat nel mondo.

Per esempio, se fosse ancorata solo al dollaro, una recessione economica non solo distruggerebbe l’economia statunitense, ma trascinerebbe anche Libra al ribasso. Considerando che il progetto mira a sostenere una clientela globale, si tratterebbe di un disastro.

Pertanto, sarebbe molto più saggio riconoscere Libra come un prodotto misto piuttosto che un asset. Non è denaro reale, ma le tasse sono comunque applicabili. La valuta non deve aderire a troppe regole di cambio, semplicemente perché non sono rilevanti, e il governo rimane sereno perché anche essa sarà soggetta a tasse.

Come saranno monitorate le transazioni internazionali?

È quasi impossibile avere una presenza globale senza avere uffici competenti che controllano una regione specifica. Quando si tratta di regioni come l’Europa, è meglio avere uffici per ogni paese, ma quando si tratta di paesi come l’Asia centrale, sarebbe sufficiente un ufficio in un paese come il Kazakistan.

Questi uffici su scala mondiale dovrebbero fornire informazioni alle autorità di regolamentazione finanziaria competenti, che saranno poi condivise su scala globale. Questo è praticamente il modo in cui avviene il commercio di valute fiat, azioni e varie altre attività.

Esistono già piattaforme globali specializzate nella regolamentazione di questi mercati. L’aggiunta di una commissione separata di circa 3-4 persone dovrebbe essere sufficiente a tenere tutto sotto controllo.

Libra è centralizzato?

Seppur questo non è stato necessariamente menzionato nell’elenco summenzionato, è un problema che i clienti, piuttosto che delle autorità di regolamentazione, hanno nei confronti di Libra .

Per le autorità di regolamentazione, quando un progetto è centralizzato è molto più vantaggioso, in quanto vi è un solo rappresentante con cui devono interagire. Per una base di clienti, è meglio avere più parti coinvolte, in quanto sarebbero in contrasto l’una con l’altra.

Questa questione è estremamente rilevante in questo momento, visto che alcuni grandi membri come PayPal e Visa hanno deciso di lasciare la Libra Association.

Facebook ha detto che anche loro lasceranno l’associazione se le questioni normative non vengono risolte. In ogni caso sarebbe molto meglio concentrarsi semplicemente sul miglioramento dell’elenco dei membri e di ampliarlo.

Ma questo è il paradosso. I grandi operatori non vogliono entrare a far parte di Libra a causa del controllo normativo, e Libra non può ottenere l’approvazione commerciale senza un numero elevato di membri.

Si tratta di una situazione piuttosto intricata, ma non necessariamente irrisolvibile.

 

Giorgi Mikhelidze
Giorgi Mikhelidze

Giorgi è un software developer che vive in Georgia con due anni di esperienza nel trading sui mercati finanziari. Ora lavora per aumentare la conoscenza della Blockchain nel suo Paese e cerca di condividere le sue scoperte e ricerche con quanta più gente possibile.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.