banner
BAT: il prezzo del token è l’eccezione di oggi
BAT: il prezzo del token è l’eccezione di oggi
Trading

BAT: il prezzo del token è l’eccezione di oggi

By Federico Izzi - 30 Dic 2019

Chevron down

L’ultimo lunedì del 2019 è nel segno della debolezza con qualche eccezione come per il prezzo di BAT, ma ciò non deve trarre in inganno perché durante il weekend appena concluso si sono registrati tentativi di reazione dai minimi che molte altcoin hanno raggiunto la scorsa settimana. 

Fonte: COIN360.com

A guidare i movimenti c’è Bitcoin che nella giornata di sabato ha tentato la rottura dei 7.500 dollari senza aver avuto particolare successo tanto che i prezzi si trovano ai livelli medi della scorsa settimana in area 7.200-7.300 dollari. Il fine settimana è trascorso con volumi superiori alla media giornaliera del mese. 

Tra le crypto positive si fa rivedere Stellar (XLM) che guadagna il 2% ma i prezzi non si muovono dal range laterale che da metà dicembre la vede oscillare da 0,044 a 0,047 dollari, scalzando Tezos che arretra, non tanto per merito di XLM, ma per la debolezza che ha intaccato il prezzo di XTZ. 

Tezos, dopo aver superato i massimi del 2019 a 1,80 dollari, arretra fortemente con un ribasso di circa il 30% da quei picchi. Un arretramento che evidenzia un ritracciamento del 50% del movimento che tra gli inizi di ottobre e gli inizi di dicembre ha fatto guadagnare alla crypto oltre il 150%. 

Tezos segna tecnicaente un pericolosissimo doppio massimo annuale a 1,80 dollari. In questo momento è al test del 50% di ritracciamento di Fibonacci, a 1,30 dollari, livello molto importante per il proseguimento del rialzo nei prossimi giorni e settimane.

Si fa notare tra le migliori anche Basic Attention Token (BAT) che mette a segno un rialzo del 3,5% e Waves (WAVES) , 43° posizione, che oggi guadagna il 7%. Entrambe salgono sul podio come le migliori di giornata tra le prime 100 crypto per capitalizzazione, con rialzi settimanali che si spingono oltre il 15%.

Con il movimento di oggi BAT conferma la tendenza degli ultimi 5 giorni. Dopo aver toccato i minimi in area 0,15 dollari lo scorso 18 dicembre, BAT ha invertito il trend e vede un recupero del valore del 33% e prezzi che si riportano ai livelli di inizio mese. BAT non è solo tra le migliori della settimana ma anche del mese di dicembre che si avvia a concludersi. 

Con la reazione rialzista del weekend il market cap torna vicino ai 200 miliardi di capitalizzazione totale, con bitcoin che si conferma oltre il 68% di quota di mercato e Ethereum che con uno scatto di orgoglio in queste ultime 48 ore recupera una frazione di decimale di mercato riportandosi oltre il 7,5%. Rimane invariata la dominance di Ripple al 4,3%.

Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Bitcoin sabato ha provato l’attacco ai 7.500 dollari e per l’ennesima volta dalla fine dicembre scorso arriva la mancanza della spinta sopra questo livello che non fornisce il segnale di una possibile inversione del medio periodo dopo aver toccato i minimi dell’ultimo semestre il 18 dicembre in area 6.470 dollari. 

Bitcoin prova a spuntare con i rialzi di queste ore la performance oltre il 100% dall’inizio dell’anno e al momento oscilla tra il 90 e il 95%. Prova perciò a chiudere l’anno in bellezza con un rialzo a tripla cifra. 

Per Bitcoin è necessario non riportarsi nei prossimi giorni sotto quota 7.100-7.000 dollari proprio per consolidare il rimbalzo tecnico che si sta sviluppando dai minimi del 18 dicembre.

Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Fa meglio Ethereum nel corso del weekend che si porta per la prima volta dal 15 dicembre a quota 138 dollari. Questo rialzo arrivato durante il weekend al momento non trova le dovute conferme con spinte sopra i 135 dollari. 

Questo è il primo livello da confermare per Ethereum prima di tornare all’attacco dei 140-145 dollari, area dove passa la resistenza dinamica che vede congiungere i massimi discendenti degli ultimi sei mesi. 

Per ETH è necessario consolidare area 135 e non spingersi nuovamente sotto i 120 dollari nei prossimi giorni, sono questi i segnali importanti per iniziare a fornire segnali positivi per un’inversione del trend rialzista che caratterizza Ethereum negli ultimi mesi e dare un segnale di inversione.

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.