banner
Come viaggiare quasi gratis in Turchia con TravelbyBit
Come viaggiare quasi gratis in Turchia con TravelbyBit
Blockchain

Come viaggiare quasi gratis in Turchia con TravelbyBit

By Amelia Tomasicchio - 4 Feb 2020

Chevron down

TravelbyBit ha annunciato una partnership strategica con l’evento IstanBlock 2020, che si terrà dal 9 al 10 aprile a Istanbul, in occasione dell’Istanbul Blockchain Week che inizia proprio in quella settimana.

Con il supporto di uno degli exchange più importanti, Binance, TravelByBit è una compagnia australiana che permette agli utenti di prenotare voli e hotel utilizzando le criptovalute. Attualmente TravelbyBit offre ai clienti sconti e incentivi in crypto.

IstanBlock, un evento organizzato in Turchia con relatori di alto livello come Roger Ver, Suresh Duddi, Ivan on Tech, Da Hongfei, Gustav Arentoft, Alex Mashinsky e molti altri, offrirà ai partecipanti un credito di 30 dollari per prenotare i loro prossimi viaggi, compresa, ad esempio, la possibilità di andare in Turchia per partecipare all’evento stesso.

Come funziona TravelbyBit

TravelbyBit offre ai propri clienti la possibilità di pagare con le criptovalute quali BTC, BNB e LTC, oltre ai tradizionali metodi di pagamento fiat.

Inoltre, TravelbyBit offre un programma di fidelizzazione fino al 5% di guadagni bitcoin su tutti gli acquisti. Questi guadagni BTC possono essere utilizzati per prenotare altri voli e hotel. 

Caleb Yeoh, CEO e founder di TravelbyBit, ha dichiarato di non vedere l’ora di partecipare all’evento e di lavorare con Istanblock 2020.

“Quando il tuo sogno è quello di vedere le crypto essere spese liberamente come denaro contante a livello globale, bisogna andare dove c’è l’azione. In questo momento si tratta della Turchia”.

La partnership per viaggiare in Turchia

Per ottenere il credito di viaggio di 30 dollari, i partecipanti devono acquistare un biglietto IstanBlock 2020, creare un account sulla piattaforma TravelbyBit e inviare un’e-mail con la prova dell’acquisto del biglietto.

Turchia e le criptovalute

Nell’agosto del 2019, secondo un’indagine condotta da Statista, un turco su cinque aveva dichiarato di utilizzare o possedere criptovalute.

Il motivo di questo fenomeno è probabilmente dovuto al fatto che il Paese è in crisi economica dal 2018 e, da quell’anno in poi, la moneta nazionale, la lira turca, si è deprezzata fino a raggiungere valori record rispetto al dollaro USA.

 

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.