Balzo di Ethereum: un allungo del 5%
Balzo di Ethereum: un allungo del 5%
Trading

Balzo di Ethereum: un allungo del 5%

By Federico Izzi - 7 Feb 2020

Chevron down

Continua a spiccare il balzo in alto di Ethereum che oggi allunga del 5% e rivede i massimi che aveva abbandonato a settembre, periodo che era coinciso con le dichiarazioni del governo cinese. Ethereum si spinge così oltre le resistenze di medio lungo periodo, livelli che erano monitorati per attenzione. 

Coin360 070220
Fonte: COIN360.com

Per il sesto giorno consecutivo il mercato mette a segno un ulteriore rialzo aumentando le performance da inizio anno ed estendendo i guadagni dai minimi di metà dicembre. Un ottimo segnale arriva dalle altcoin che per diversi mesi avevano lasciato la gloria al Bitcoin.

Bitcoin, con la salita di oggi dell’1,5%, non è però tra le migliori di giornata. Oltre ad Ethereum, l’altra migliore tra le big è Binance Coin (BNB) che guadagna il 10%. Stesso rialzo per Tron (TRX), che però non riesce a mantenere l’11° posizione, conquistata invece da Tezos (XTZ) per una manciata di milioni. In 10° posizione c’è Cardano (ADA), separata dalle altre due da poche decine di milioni di dollari. 

Il primo segno negativo è di Ethereum Classic (ETC), in 15° posizione, che perde il 6%. Il ribasso non va ad intaccare il rialzo che ETC aveva sperimentato la scorsa settimana. 

È la sesta settimana consecutiva con minimi superiori, un evento che non si verificava da marzo 2019, quando aveva un’intensità decisamente inferiore. Se consideriamo i minimi di inizio anno, BTC ha guadagnato il 45% ed Ethereum l’80%, mentre invece le performance di marzo 2019 si fermavano tra il 20 e 30%. Per trovare un’intensità simile bisogna tornare ad ottobre 2017, nel pieno hype della bolla speculativa che aveva caratterizzato quel periodo.

I volumi continuano a salire e si spingono oltre i 130 miliardi di scambi, livelli visti poche volte negli ultimi tre mesi.

Il rialzo di oggi porta il market cap a sfiorare i 280 miliardi di dollari, livelli che non registrava dallo scorso agosto. Il merito va in gran parte a quanto sta accadendo sulle altcoin, in quanto la capitalizzazione del Bitcoin pur tornando ai massimi che sfiorano i 180 miliardi di dollari sono livelli BTC aveva a settembre. Per cui c’è questo sfasamento temporale di un mese che evidenzia che il recupero di queste settimane è guidato dal forte rialzo delle altcoin.

Su base YTD ci sono solo segni positivi con rialzi a doppia e anche a tripla cifra tra le prime 50. Questo conferma come il 2020 sia iniziato con il passo giusto, oltretutto mettendosi alle spalle l’ultimo trimestre del 2019, che statisticamente ha dato un segnale negativo, mentre invece il 4° trimestre dell’anno segna una performance positiva.

La dominance di Bitcoin si mantiene a fatica sopra il 64%. Merito di Ethereum che vola e si riporta ai massimi di ottobre scorso all’8,7% di quota di mercato. Ripple invece mantiene il 4,4%.

BTC 070220
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

Bitcoin, con il balzo delle ultime ore, si spinge sopra la soglia dei 9.800 dollari, a un passo dai 9.900 dollari e dalla soglia psicologica dei 10.000 dollari. Si tratta di livelli che BTC aveva mancato con il rialzo di fine ottobre. Ora servirà nel fine settimana una prova di forza accompagnata dai volumi. 

Bitcoin conferma la rottura avvenuta a fine gennaio della trendline dinamica ribassista. Diventa ora importante la tenuta dei 9.000 dollari nei prossimi giorni per dare prova del consolidamento in atto.

Solamente un affondo sotto gli 8.800-8.500 dollari andrebbe ad intaccare il trend rialzista che si sta sempre più consolidando e che dai minimi di inizio anno vede Bitcoin guadagnare circa il 37%.

ETH 070220
Grafico Ethereum by Tradingview

Il balzo di Ethereum (ETH)

Ethereum mette a segno uno dei migliori rialzi dell’ultimo anno. Un movimento così verticale per i prezzi di ETH risale al maggio scorso, quando in pochi giorni aveva messo a segno un balzo del 50%. 

Quanto sta avvenendo ad Ethereum porta i prezzi a guadagnare l’80% da minimi di metà dicembre. Era un segnale molto atteso da parte della community che darebbe una svolta in un’ottica di medio lungo periodo se nelle prossime ore i prezzi dovessero spingersi oltre i 225 e poi a 240 dollari. 

È necessario consolidare i movimenti anche nei prossimi giorni. Per ETH l’inversione al ribasso avverrebbe solamente con prezzi sotto i 175 dollari, attualmente distanti dagli attuali 225 dollari toccati in queste ultime ore. 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.