Lysis Solution: come la blockchain rivoluziona il leasing
Lysis Solution: come la blockchain rivoluziona il leasing
Blockchain

Lysis Solution: come la blockchain rivoluziona il leasing

By Amelia Tomasicchio - 26 Feb 2020

Chevron down

Lysis Solution è una nuova piattaforma per il leasing ed il credito aziendale che offrirà nuove possibilità di crowdfunding, grazie alla blockchain e ad un token nativo, in risposta agli squilibri e alle asimmetrie del mercato, oramai sempre più presenti nei mercati tradizionali.

Si tratterà infatti di un’alternativa completamente rivoluzionaria rispetto alle attuali procedure in questo settore, con l’obiettivo di diventare un nuovo mercato tokenizzato per consentire un accesso più facile al mercato dei capitali, visto che ad oggi le aziende hanno notevoli difficoltà nel trovare soluzioni per finanziare nuovi progetti.

La tokenizzazione degli asset come futuro dei mercati tradizionali

Come riferito poco tempo addietro dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) in un report, la tokenizzazione degli asset è un futuro inevitabile e cambierà il modo di rapportarsi con investimenti e non solo.

Infatti, gli squilibri in atto sul mercato dei capitali hanno generato una vera e propria stretta creditizia che non sarà facilmente e rapidamente risolvibile con le soluzioni tradizionali, soprattutto viste le sempre più marcate barriere di accesso ai sistemi creditizi..

Lysis offrirà la soluzione a questi problemi, grazie ad un sistema unico nel suo genere che allocherà automaticamente il capitale dove gli investitori ritengono sia più opportuno, creando così non solo un nuovo, interessante veicoli per il crowdfunding, ma anche introducendo dei concetti di allocazione rivisitati che tengono in considerazione il fattore della qualità percepita. 

All’interno di questo mercato i singoli investitori, ma anche le istituzioni, potranno acquisire e scambiare token in base alla loro percezione del valore, mentre le aziende potranno emettere e vendere prodotti finanziari tokenizzati. 

Attraverso le decisioni degli investitori, il capitale fluirà all’interno e all’esterno della piattaforma per alimentare la creazione di valore nelle imprese.

In questo modo le aziende che necessitano di raccogliere capitali oppure di noleggiare macchinari con un leasing potranno usare Lysis come piattaforma pronta all’uso dove i capitali fluiscono in automatico. Allo stesso tempo gli investitori avranno il pieno controllo dell’allocazione dei loro capitali grazie alle potenzialità della blockchain.

Anche gli intermediari finanziari e gli istituti di credito tradizionali potranno trarne dei benefici, perché la piattaforma Lysis sarà più rapida dei canali tradizionali ed offrirà strumenti di sicurezza moderni e innovativi per istituti di credito, mutuatari e investitori, mantenendo sempre altissimi standard in ambito compliance.

Tra i partner tecnici per realizzare tutto ciò troviamo Sinico, azienda specializzata nella progettazione e nella costruzione di grosse macchine tagliatrici che potranno essere noleggiate all’interno della piattaforma Lysis. 

La decentralizzazione della comunicazione

È stata creata anche un’apposita chat su Telegram in modo da eliminare le comuni barriere di poco pro-attivi call center o supporto clienti esterni e poter chiedere direttamente al team che lavora in Lysis tutte le informazioni sul progetto.

La chat servirà anche per dare le ultime notizie e aggiornamenti sullo sviluppo della piattaforma, la data della ICO e molto altro ancora.

Il token di Lysis

Alla base della piattaforma ci sarà il token di Lysis Solution, LDS (Lysis Different Solution), ovvero un token ERC-20 basato sulla blockchain di Ethereum che avrà sia la funzione di utility token della piattaforma stessa, con un valore fisso di 1 EURO, sia la funzione di controllare il protocollo di gestione delle macchine a noleggio di Sinico.

Infatti, queste macchine a noleggio saranno dotate di un wallet per i token LDS, che saranno utilizzati come garanzia per i leasing per conto del mutuatario. 

In questo modo il token LDS verrà utilizzato in tutto il mondo, cosicché i token LDS saranno sempre in circolazione. 

Ad oggi è in atto una fase di vendita privata dei token, mentre la ICO dovrebbe essere lanciata nel secondo trimestre del 2020. In totale verranno emessi 20 milioni di token LDS, di cui il 50% sarà venduto durante la ICO, che ha 2,5 milioni di euro di soft cap, e 10 milioni di hard cap. Il resto sarà allocato in riserve (40%) o rilasciato a fondatori ed advisor (1%). 

La piattaforma Lysis risponde in questo modo ad una realtà globale che fatica ad integrarsi con gli stilemi finanziari più tradizionali, puntando a semplificare e velocizzare le procedure di accesso ai capitali, mantenendo sempre alti standard di qualità e rispetto delle normative.

 

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.