Circle: l’azienda vende tutto per concentrarsi solo sulla stablecoin
Circle: l’azienda vende tutto per concentrarsi solo sulla stablecoin
Stable Coin

Circle: l’azienda vende tutto per concentrarsi solo sulla stablecoin

By Amelia Tomasicchio - 10 Mar 2020

Chevron down

Circle, tramite il suo co-founder Jeremy Allaire, ha fatto sapere oggi che intende concentrare tutte le proprie risorse sullo sviluppo della stablecoin USDC, vendendo così anche la piattaforma di crowdfunding SeedInvest acquistata solo un anno fa.

In quest’ottica, oggi Circle ha lanciato delle nuove API e il cosiddetto Circle Business Account, una soluzione per le aziende per gestire i pagamenti con la stablecoin USDC.

USDC, infatti, è peggato 1 a 1 al valore del dollaro americano. Si tratta di un token ERC20, ovvero che segue lo standard della blockchain di Ethereum.

In questo modo, di fatto Circle vuole tenere testa a Tether (USDT) nella “lotta” per la supremazia della miglior stablecoin. Ad ora, infatti, Tether è la stablecoin più usata in tutto il mondo e si trova alla posizione 5 di Coinmarketcap con volumi che vanno oltre i 52 miliardi di dollari nelle ultime 24 ore.

Ha spiegato Allaire a Coindesk:

“Abbiamo svolto delle operazioni incredibili su USDC. Abbiamo tokenizzato oltre 1,6 miliardi di dollari in USDC, superando recentemente il market cap di 500 milioni di dollari”.

Tutte le vendite di Circle

Di recente Circle ha anche venduto Poloniex a Justin Sun, CEO di Tron Foundation, perdendo così metà dei propri dipendenti. A dicembre, invece, Kraken aveva acquisito la piattaforma Over the Counter (OTC) sviluppata da Circle. Pare quindi che Circle stia abbandonando tutti i propri progetti per concentrarsi solo su USDC.

Ancor prima Circle aveva anche venduto Circle Pay e Circle Invest.

Ha aggiunto Allaire:

“Avevamo circa 100 persone che lavoravano in questi diversi dipartimenti… [era] un modo naturale di procedere per le persone che lavoravano con queste attività e linee di prodotti”.

Non è ancora chiaro se l’azienda vorrà espandere anche l’offerta delle proprie stablecoin, lanciando token peggati ad altri asset, come di recente ha fatto per esempio Tether con Tether Gold (XAUT).

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.