Fallita transazione da 3 miliardi di Tether (USDT)
Fallita transazione da 3 miliardi di Tether (USDT)
Criptovalute

Fallita transazione da 3 miliardi di Tether (USDT)

By Alfredo de Candia - 26 Mar 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

È stata effettuata una transazione da poco meno di 3 miliardi di Tether (USDT), per la precisione 2.816.060.000, verso un indirizzo appartenente all’exchange Huobi:

Come è stato prontamente segnalato dal servizio di Whale Alert, la transazione ha coinvolto due account. Uno di questi, il ricevente, non è altro che l’exchange di Huobi, mentre l’altro è sconosciuto. Il valore della transazione è di poco meno di 3 miliardi di dollari, essendo Tether (USDT) una stablecoin ancora al valore del dollaro.

Inoltre la transazione ha consumato soltanto 0,000114000 BTC, è stata usata la blockchain di OMNI, quindi una cifra davvero ridicola per un tale importo.

Questa transazione nascondeva qualcosa di strano.

Considerando che tutto nel mondo della blockchain è tracciato ed inevitabilmente trasparente, è possibile conoscere esattamente moltissime informazioni, ed una di queste informazioni la fornisce proprio il protocollo di Tether (USDT). Grazie alla sua totale trasparenza sappiamo che attualmente sono stati emessi poco più di 6 miliardi di dollari in Tether (USDT), quindi già ad occhio un trasferimento del genere sarebbe impossibile perché significherebbe che un solo account avrebbe la metà di tutti i Tether in circolazione.

Altro dato che hanno colto gli esperti è relativo alla blockchain coinvolta, quella di OMNI. Sappiamo benissimo che ci sono solo 1,5 miliardi di USDT, quindi meno della metà di quelli coinvolti nella transazione.

Come è stato possibile spostare una cifra del genere?

Semplice, non è stata spostata. Nessuno può ingannare la blockchain, nemmeno uno smart contract ben fatto, ed infatti la transazione è stata immediatamente bloccata per insufficienza di fondi da parte del mittente che ha poco più di 102mila Tether:

Quindi come possiamo vedere il sistema non ha subito nessun problema ma è stato solo un errore umano dove, molto probabilmente, si è immesso un importo sbagliato per effettuare la transazione.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.