banner
Trading crypto news: prevale il segno rosso
Trading crypto news: prevale il segno rosso
Trading

Trading crypto news: prevale il segno rosso

By Federico Izzi - 15 Apr 2020

Chevron down

Anche oggi, nelle news di trading, va sottolineata la diminuzione della volatilità del mercato crypto.

Esattamente a distanza di un mese dal terremoto finanziario che ha investito tutti gli asset della finanza tradizionale e non – Bitcoin e criptovalute comprese – ed ha costretto gli operatori a rincorrere la liquidità provocando evidenti distorsioni negli equilibri delle classiche correlazioni, il crollo della volatilità giornaliera riporta la media ai livelli dello scorso autunno. 

trading crypto news

Su base settimanale, gli ultimi cinque giorni registrano oscillazioni quasi inesistenti per chi abituato ad escursioni dei prezzi anche di diversi punti percentuali nel corso della stessa giornata. 

Solitamente, contrazioni di prezzo prolungate per più giorni anticipano un movimento direzionale marcato. Per questo motivo sarà importante seguire con attenzione la rottura dei prezzi, al rialzo o al ribasso, che se accompagnata dai volumi inizierà a scoprire le intenzioni degli operatori anche per i prossimi giorni.

Tra le prime 100 crypto capitalizzate, la giornata registra una prevalenza dei saldi in rosso, che diventa totale tra le Top 20. Infatti, scorrendo la lista delle prime della classe bisogna scendere sino alla 21ma posizione per trovare il primo segno sopra la parità, occupata da Ethereum Classic (ETC) in controtendenza con un +0,7% dai livelli di ieri. 

Tra le più famose crypto, le altre in salita sono Cosmos (ATOM) con +1% e HedgeTrade (HEDG), che mette a segno la salita tra le migliori 5 della giornata. Tra le peggiori ci sono invece Ren (REN) e Chainlink (LINK), entrambe in discesa del 5%, tirando il freno dopo i buoni rialzi degli ultimi due giorni.

 Il totale degli scambi giornalieri scende del 5%, con Bitcoin che per il quarto giorno degli ultimi cinque scende sotto il miliardo di dollari. Evento che non si verificava dall’inizio di febbraio quando il valore di un singolo Bitcoin era sopra di circa il 40% dai livelli attuali. La contrazione dei volumi conferma la pausa che molti operatori si sono presi per capire meglio una fase che, come scritto sopra, da diversi giorni manca di direzionalità.

Scende di $5 miliardi la capitalizzazione totale del mercato attestandosi poco sopra i $192 miliardi totali. Bitcoin mantiene invariata la dominance rimanendo poco sopra il 64%, così come Ethereum e Ripple (XRP), che consolidano le quote di mercato dell’ultima settimana.

trading crypto news
Bitcoin by Tradingview

Bitcoin news

i prezzi in discesa per il secondo giorno consecutivo, evento che non accadeva dall’ultima settimana di marzo, riporta le quotazioni ai livelli dell’ultimo fine settimana a testare area 6700 dollari, ex resistenza violata ad inizio mese.

Il fallimento della rottura dei massimi della scorsa settimana (7500 circa) e la discesa sotto la trendline rialzista che sino a venerdì evidenziava un chiaro trend rialzista sul ciclo bi-settimanale, indica che l’attuale ciclo mensile iniziato a metà marzo ha già segnato i massimi di ciclo ed ora si avvia a concludere il movimento previsto entro la prossima settimana.

In questa fase è necessario attendere la conclusione del ciclo mensile per valutare se l’attuale tendenza superiore, al rialzo, riuscirà a frenare la discesa sopra i 5800-6000 dollari. 

Solamente una discesa sotto questi livelli metterà a rischio la struttura rialzista del ciclo superiore a 5-6 mesi.

trading crypto news
Ethereum by Tradingview

Il trading per la crypto Ethereum

Nelle ultime ore le oscillazioni del prezzo di Ethereum in area 155-160 dollari rimangono incollate alla trendline ribassista che unisce i massimi decrescenti dalla metà di febbraio. 

Questa trendline, anche se non riuscirà ad essere violata nelle prossime ore con il supporto dei volumi in acquisto, conferma di essere un livello tecnico decisivo per individuare la tendenza superiore. 

Così come per Bitcoin, il ciclo mensile di questa crypto sembra si sia avviato alla conclsione entro la prossima settimana. In ottica di medio periodo, il trend di Ethereum dimostra una migliore impostazione rialzista. Sarà importante mantenere le quotazioni sopra i 145-140 dollari nei prossimi giorni. 

Solamente una discesa sotto questi livelli inizierebbe ad annullare il rialzo dell’ultimo mese e suonare nuovamente i campanelli di allarme in ottica di lungo periodo.

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.