banner
pTokens porta bitcoin su EOS
pTokens porta bitcoin su EOS
Defi

pTokens porta bitcoin su EOS

By Marco Cavicchioli - 24 Apr 2020

Chevron down

Dopo aver lanciato pBTC sulla blockchain di Ethereum, ora l’azienda inglese pTokens lo rende utilizzabile anche su EOS. 

Infatti, da ora in poi i token pBTC saranno compatibili anche con EOS, e supportati da bitcoin 1:1. 

I possessori di BTC pertanto potranno coniare pBTC per utilizzarli sia all’interno dell’ecosistema Ethereum che in quello EOS, in modo da poter interagire con varie piattaforme DeFi senza dover vendere o scambiare i loro BTC, che possono poi sempre essere riscattati a piacimento, in qualsiasi momento, restituendo i pBTC generati. 

Questa nuova soluzione rende per la prima volta compatibile bitcoin con l’ecosistema DeFi su EOS, introducendo ad esempio BTC come possibile collaterale per le stablecoin basate su EOS, come Equilibrium (EOSDT).

EOSDT di Equilibrium è un progetto DeFi basato su EOS grazie al quale è stata creata una stablecoin ancorata al valore del dollaro USA, con già circa 10 milioni di dollari bloccati come collaterale. 

Presto l’attuale modello che utilizza un unico token come collaterale (EOS) verrà modificato, passando ad una versione multi-collateralizzata sostenuta anche da pBTC più liquida e stabile. 

Il CEO e fondatore di Equilibrium, Alex Melikhov, ha dichiarato: 

“Siamo entusiasti dell’integrazione di pBTC perché crea più casi d’uso per i nostri utenti, che ora possono ottenere il massimo dal loro portafoglio di criptovalute. La DeFi ha atteso molto un modo affidabile per collateralizzare Bitcoin e ora è diventato realtà. 

Il nostro obiettivo principale era fornire un’esperienza utente senza interruzioni e abbiamo eseguito una profonda integrazione della soluzione di pTokens nella nostra interfaccia web. Di conseguenza, aumentare la liquidità della stablecoin EOSDT utilizzando Bitcoin come garanzia è facile e richiede solo due transazioni blockchain, una per depositare Bitcoin e l’altra per riscattare EOSDT”. 

Il fondatore di Provable Things, ovvero il team di sviluppo dietro il progetto pTokens, Thomas Bertani, ha aggiunto: 

“Le applicazioni decentralizzate oggi devono interagire e integrarsi a vicenda come mattoncini lego per consentire la scalabilità dell’intero settore DeFi. Questa interoperabilità è vitale per il movimento, poiché la liquidità è il catalizzatore che aiuterà la DeFi a raggiungere il suo vero potenziale. Essendo l’ecosistema DeFi in crescita, EOS è sulla buona strada per ospitare dApp su scala commerciale, contribuendo a favorire la sua adozione di massa. Unisci questo con la liquidità senza pari di Bitcoin e potremmo creare la centrale della finanza decentralizzata”. 

Anche l’exchange Bitfinex ha annunciato che i suoi utenti saranno in grado di depositare pBTC sulla piattaforma per riscattarlo in BTC. In questo modo l’exchange collega il mondo decentralizzato a quello centralizzato, rendendo agevole il passaggio tra diversi asset su diverse blockchain. 

Il CTO di Bitfinex, Paolo Ardoino, ha commentato. 

“Gli swap cross-chain fluidi sono una delle caratteristiche chiave mancanti per migliorare l’esperienza utente e contribuire all’adozione di massa per il nostro settore. La capacità di spostare facilmente token da una blockchain a un’altra aiuterà a far crescere la liquidità tra DEX, progetti DeFi e scambi centralizzati. pTokens rappresenta un approccio promettente e sicuro al problema. Per questo motivo Bitfinex e io siamo lieti di annunciare il supporto per depositi e prelievi di pBTC”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.