Adam Back non è Satoshi Nakamoto
Adam Back non è Satoshi Nakamoto
Bitcoin

Adam Back non è Satoshi Nakamoto

By Amelia Tomasicchio - 12 Mag 2020

Chevron down

Adam Back ha smentito di essere Satoshi Nakamoto. Ieri, infatti, in un tweet il CEO e co-founder di Blockstream ha ribadito di non essere il creatore di Bitcoin.

Se da una parte c’è chi come Craig Wright di Bitcoin Satoshi Vision intenta cause e fa di tutto per associare il proprio nome a quello di Satoshi Nakamoto, c’è poi chi come Back vuole allontanare da sé queste dicerie, spiegando di non essere l’inventore della blockchain, al contrario di quanto si vociferi su Reddit e altri forum e social network.

Il progetto Hashcash

E’ sicuramente vero però che Adam Back fu tra i primi a scambiare email con Satoshi sul tema monete basate su crittografia, quando ancora Bitcoin non si chiamava così.

Nel 1997 fu inoltre lui l’ideatore di un sistema simile alla Proof of Work usata oggi come modalità di consenso sulla blockchain di Bitcoin, teorizzando una moneta chiama HashCash, descritta formalmente in un documento datato 2002 e da cui forse Satoshi Nakamoto si ispirò per la propria creazione.

Hashcash, comunque, si poneva come obiettivo la capacità di resistere ad una serie di potenziali attacchi hacker tra cui quelli DDOS. L’uso di una forma di PoW doveva anche limitarne la distribuzione grazie ad un sistema deflazionistico.

Le ultime novità su Adam Back

Nel gennaio scorso Adam Back dichiarò che il prezzo di Bitcoin (BTC) raggiungerà prima o poi valori da capogiro come la cifra di 10 milioni di dollari.

Inoltre, di recente Back era stato al centro dell’attenzione dei media per essersi quasi alleato con Justin Sun, CEO della Tron Foundation, al fine di combattere il superpotere di Ethereum e di Vitalik Buterin.

Di fatti, questa collaborazione ha portato successivamente Tron a sbarcare su Lightning Network grazie a Liquid e all’aiuto proprio di Back.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.