banner
Covid-19: l’identità digitale arriva su IOTA
Covid-19: l’identità digitale arriva su IOTA
Blockchain

Covid-19: l’identità digitale arriva su IOTA

By Alfredo de Candia - 27 Mag 2020

Chevron down

IOTA ha comunicato un nuovo progetto nato da una recente hackathon eseguito durante il Covid-19: si tratta di un passaporto per l’identità digitale, contenente le informazioni sanitarie indispensabili come i vaccini.

Il Global Legal Hackathon si era tenuta dal 27 aprile al 22 maggio e IOTA insieme al team di Dentos ha lavorato su un’applicazione mobile ed un sito relativo all’identità digitale.

Il progetto gira su IOTA e si propone l’obiettivo di avere un’app di identità digitale che contiene tutte le informazioni di un individuo, come dati personali e sanitari, incluso al test del Covid-19 e le vaccinazioni.

Un’app su Iota per l’identità digitale

L’applicazione, Selv, permette di immagazzinare, gestire e condividere dati, verificati con terze parti. Tra le altre sue caratteristiche troviamo:

  • Gratuità ed accessibilità: l’applicazione è completamente gratuita ed anche i sorgenti sono open source e non ci sono fee per utilizzarla;
  • Compliant con il GDPR, nonostante sia decentralizzata questa non ha problemi con la relativa regolamentazione in materia dei dati personali;
  • Privata e sicura, tutti i dati sono criptati e salvati sul dispositivo dell’utente, inoltre questa soluzione sarà sottoposta ad un audit da un’azienda terza;
  • Scalabile ed interoperabile: l’applicazione seguire le specifiche relative al W3C in ambito identificativo.

Il sistema è in fase di test, ma la si può già scaricare sugli store ufficiali iOS ed Android e iniziare a toccare con mano i progressi che si sono fatti in questo settore, dimostrando come un’applicazione del genere non solo sia fattibile ma permetta l’integrazione della blockchain.

Il futuro del progetto

Iota ha spiegato che verranno sviluppate delle nuove librerie per sostituire quelle precedenti che erano sperimentali e permettere la creazione di nuovi tool facili da implementare, soluzioni che erano già previste nel whitepaper del progetto proprio in merito ad una soluzione per l’identità digitale.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.