banner
Le blockchain di Ava Labs: tutto quello che c’è da sapere
Le blockchain di Ava Labs: tutto quello che c’è da sapere
Blockchain

Le blockchain di Ava Labs: tutto quello che c’è da sapere

By Marco Cavicchioli - 12 Giu 2020

Chevron down

Quello di Ava Labs è un progetto dedicato alla finanza decentralizzata, basato su blockchain, supportato da diverse società del settore finanziari, tra cui Andreessen Horowitz

AVA è una piattaforma open-source per il lancio di applicazioni decentralizzate e nuove blockchain interoperabili. 

L’obiettivo di AVA è quello di democratizzare i mercati finanziari unendo le blockchain in un ecosistema interoperabile e la piattaforma consente di realizzare la propria blockchain personalizzata, pubblica o privata, e digitalizzare asset con regole complesse. 

La piattaforma è stata costruita specificatamente per i mercati finanziari ed ha il supporto nativo per il trading. 

In questo modo è possibile realizzare, ad esempio, una macchina virtuale personalizzata ed impostarne a piacimento le regole di funzionamento, creando delle blockchain che si adattano alle esigenze delle proprie applicazioni. 

Ciò permette ad esempio di lanciare asset digitali o rappresentazioni digitali di beni del mondo reale, che obbediscono a regole che è possibile creare e personalizzare a piacimento, superando in questo modo i limiti imposti dalle altre blockchain. 

Gli smart contract della blockchain di AVA

Inoltre, il motore di AVA consente di lanciare smart contact che vengono confermati in un secondo, e che supportano migliaia, o anche milioni di validatori. 

In questo momento è attiva la testnet pubblica incentivata del progetto, chiamata Denali, che è l’ultima fase prima del lancio della mainnet durante la quale si sta testando la rete in condizioni realistiche. 

Ad oggi sulla testnet risultano essere state create 11 blockchain su 15 subnetwork, con oltre mille validatori ed oltre 400.000 token AVA in staking. 

Le subnetwork, o subnet, sono insiemi dinamici di validatori che lavorano per raggiungere il consenso sullo stato di un insieme di blockchain. 

Ogni blockchain è convalidata da una subnet, mentre una subnet può convalidare più blockchain. I nodi a loro volta possono essere membri di più subnet. 

Per ora il progetto non ha un suo token scambiato sui mercati crypto, anche perchè è ancora in fase di test. Inoltre di token sulle blockchain di AVA presumibilmente ne verranno lanciati molti, pertanto quando sarà attiva la mainnet potrebbero essercene ben più di uno scambiati sugli exchange. 

Inoltre, la piattaforma stessa ha il supporto nativo per il trading, quindi è plausibile che molti degli scambi dei token creati con AVA avvengano sulla stessa piattaforma. 

Di fatto si tratta di un progetto tecnico-informatico al servizio degli operatori del mondo della finanza, con l’obiettivo di offrire loro prestazioni, sicurezza ed efficienza superiori rispetto ai protocolli decentralizzati già esistenti sul mercato. 

Il team di Ava Labs

Il team di Ava Labs è formato da decine di persone, la maggior parte dei quali informatici, di diverse nazionalità, ma con sede a New York. 

La roadmap del progetto prevederebbe il lancio della mainnet a luglio 2020, con l’introduzione di diverse novità rispetto alla testnet.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.