banner
Andreessen Horowitz e il summit sulla regolamentazione delle criptovalute
Andreessen Horowitz e il summit sulla regolamentazione delle criptovalute
Criptovalute

Andreessen Horowitz e il summit sulla regolamentazione delle criptovalute

By Stefano Cavalli - 2 Set 2019

Chevron down

Secondo un report del Wall Street Journal, nel mese di maggio, la società Andreessen Horowitz ha tenuto una conferenza riguardo la regolamentazione delle criptovalute all’interno dell’economia statunitense. Si chiama Crypto Regulatory Summit e ha visto diversi partecipanti tra cui: funzionari del Dipartimento del Tesoro, della Securities and Exchange Commission (SEC) e della Commodity Futures Trading Commission (CFTC), insieme ad altri enti regolatori.

Lo scopo principale di questo summit era proprio quello di cercare di persuadere i funzionari di Washington affinché siano in grado di allentare la presa sulla regolamentazione nel settore delle criptovalute. Il problema principale, ormai all’ordine del giorno, è proprio quello legato al riciclaggio di denaro. Un aspetto che deve essere ancora ampiamente migliorato.

Andreessen Horowitz è un’azienda statunitense di venture capital e vale circa 4 miliardi di dollari. Fu fondata nel 2009 da Ben Horowitz e Marc Andreessen e negli ultimi anni ha investito molto nel mercato delle criptovalute e della tecnologia blockchain.

Proprio Marc Andreessen, durante il vertice, ha parlato di quanto sia importante una regolamentazione in questo settore e di come la tecnologia blockchain, insieme alle crypto, possa essere modellata in modo da garantire un sistema di pagamenti online e diversi investimenti, come sta avvenendo per la società Andreessen Horowitz:

“L’80% delle cose che la gente odia di internet, oggi non sarebbe un problema.”

Il paragone che il co-fondatore di Andreessen Horowitz ha espresso, è già stato spesso discusso in passato. Marc pensa che le criptovalute siano come internet agli albori e che la parte migliore arriverà proprio grazie alle regolamentazioni.

“Le regolamentazione, i casi d’uso, la domanda dei consumatori, la sicurezza, sono tutte cose che all’epoca dell’avvento di internet non erano ovvie.
Serviva tempo per capire che tutto ciò doveva ancora essere inventato.”

L’ingresso di Facebook nel mercato delle crypto ha spinto tutti i regolatori a darsi da fare, ponendo le criptovalute sotto una vera e propria lente d’ingrandimento. Proprio la crescente tensione che c’è tra Libra, la criptovaluta di Facebook, e le agenzie di regolamentazione sta preoccupando gli altri progetti. Andreessen stesso è da tempo un membro del consiglio di amministrazione di Facebook.

 

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.