Bitcoin rubati dal wallet, CZ aiuta vittima di phishing
Bitcoin rubati dal wallet, CZ aiuta vittima di phishing
Bitcoin

Bitcoin rubati dal wallet, CZ aiuta vittima di phishing

By Marco Cavicchioli - 15 Giu 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

CZ, il CEO di Binance, ha offerto aiuto ad un utente a cui sono stati rubati bitcoin dal wallet. 

Changpeng Zhao da tempo ha rivelato che l’utilizzo dei suoi profili social ha svolto un ruolo chiave nel coinvolgimento della community nell’utilizzo dell’exchange. 

Anzi, ha ammesso di dedicare addirittura circa il 20% del suo tempo a curare il suo profilo Twitter, e rispondere agli utenti. 

Pertanto non deve stupire che abbia risposto ad un tweet di Eric Savics dicendo che chiederà al team di intervenire per aiutarlo. 

Savics è il conduttore del Protocol Podcast e qualche giorno fa aveva twittato di aver perso tutti i suoi risparmi in bitcoin a causa di un attacco di phishing

Infatti, Savics aveva scaricato dallo store di Google Chrome l’app KeepKey per salvare il seed del suo wallet, senza sapere che questa app in realtà era fraudolenta. 

Una volta inserito il seed sull’app, il malintenzionato autore della medesima ha utilizzato il seed per rubargli 12 BTC dal wallet, in cui Savics teneva tutti i suoi risparmi in bitcoin (circa 110.000 $). 

La risposta di CZ è stata

“Mi dispiace per la tua perdita. Chiederò al team di inserire tale indirizzo di ricezione nella lista nera. Se puoi fornire dettagli su come ha funzionato il phishing, questo aiuterà anche gli altri”. 

In un successivo tweet CZ ha aggiunto che Binance non può censurare la blockchain di Bitcoin e, sebbene gli utenti si aspettano che combattano le frodi sulla loro piattaforma centralizzata, sul DEX semplicemente non possono farlo. 

Pertanto, cosa potrà realmente fare Binance in questo caso? 

Come ha detto CZ probabilmente non potranno fare altro che inserire nella blacklist dell’exchange l’indirizzo di destinazione a cui sono stati inviati i BTC rubati a Savics, così come hanno già fatto in passato, e continueranno a fare in futuro per gli indirizzi coinvolti in altre attività illecite, in modo da impedirne il deposito sull’exchange centralizzato e quindi il cambio. 

D’altra parte, però, non possono fare assolutamente nulla sull’exchange decentralizzato, perché non essendo centralizzato non c’è una singola autorità in grado di intervenire per inserire indirizzi in una blacklist. 

In realtà, questa prassi è comune praticamente a tutti i principali exchange del mondo, con una differenza rilevante: nel caso di Binance è il suo portavoce più noto, CZ, ad interagire sui social network con gli utenti. 

È probabile che abbia scelto di rispondere a Savics perché è il conduttore del Protocol Podcast, mentre d’altra parte non risulta che CZ risponda via Twitter a tutti gli utenti. 

Tuttavia la forza del suo personal brand è notevole e questo di sicuro aiuta significativamente Binance a rimanere in assoluto uno degli exchange crypto più utilizzati al mondo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.