Attacchi su Android: Italia quinta al mondo
Attacchi su Android: Italia quinta al mondo
Sicurezza

Attacchi su Android: Italia quinta al mondo

By Marco Cavicchioli - 7 Lug 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Secondo un recente report di Trend Micro Research, l’Italia sarebbe addirittura il quinto paese al mondo in cui si verificano attacchi su Android. 

Trend Micro Research è la divisione di Trend Micro specializzata in ricerca&sviluppo e lotta al cybercrime, ed ha rilevato che a maggio in tutto il mondo sono stati immessi in rete 427.961 malware progettati specificatamente per il sistema operativo Android, con un incremento del 3,6% rispetto al mese precedente. 

Il paese più colpito è il Giappone, seguito da India, Indonesia e Taiwan, ma al quinto posto assoluto si è piazzata l’Italia. 

Da notare che l’Italia è anche il primo paese non asiatico, visto che tutti i quattro paesi che la precedono sono paesi asiatici, con tre dell’estremo oriente. 

A dire il vero oltre la metà di questi attacchi (54%) sono stati rilevati in Giappone, con l’8,5% in India, il 6,7% in Indonesia ed il 4,7% a Taiwan, mentre comunque solamente il 2,5% si sono verificati in Italia. 

Oltretutto il Giappone conta più di cento milioni di abitanti, mentre l’India più di 1,3 miliardi e l’Indonesia più di 270 milioni. Taiwan invece ha poco più della metà degli abitanti dell’Italia. 

I dati degli attacchi diretti ai sistemi Android sono stati rilevati grazie all’utilizzo della tecnologia Trend Micro Mobile Application Reputation Services (MARS), un servizio cloud-based che identifica automaticamente le minacce in base al comportamento delle applicazioni, analizzandone il codice ed i siti web ai quali si collegano. 

Trend Micro è una società molto nota a livello globale che si occupa proprio di cybersecurity, con soluzioni rivolte sia ai privati cittadini che alle aziende ed alla pubblica amministrazione, basate sulla strategia di sicurezza XGen™ per garantire sicurezza ai datacenter, ai carichi di lavoro in cloud, ed alle reti. 

Questa strategia utilizza una condivisione continua delle informazioni in merito alle varie minacce, fornendo in questo modo una visibilità centralizzata che consente anche analisi investigative per rendere i sistemi più resilienti possibile.

Pertanto confrontando i dati raccolti grazie a MARS con il patrimonio di informazioni già presenti nella rete globale Trend Micro Smart Protection Network, sono in grado di identificare e bloccare quelle applicazioni mobili potenzialmente dannose o che consumano troppe risorse, come batteria, banda, eccetera. 

In particolare monitorano gli eventuali tentativi di sottrazione di dati sensibili, il banking online, l’adware, ed altre minacce. 

L’Head of Marketing di Trend Micro Italia, Lisa Dolcini, ha dichiarato: 

“Il panorama delle minacce è in perenne evoluzione, ma gli attacchi Android sono ormai un fenomeno consolidato degli ultimi anni. È importante che gli utenti adottino sempre un approccio all’utilizzo del dispositivo in tutta sicurezza, proteggendolo con password sicure o adottando software per la gestione delle password, installando app di sicurezza per verificare se i propri dispositivi sono infetti, e soprattutto tenendo un occhio sempre aperto nel valutare le promozioni o i link che potrebbero condurre a truffe o al furto dei dati personali, oltre ovviamente installare applicazioni solo dagli store ufficiali”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.