Previsione sul prezzo di Ethereum: 333 $ entro fine anno
Previsione sul prezzo di Ethereum: 333 $ entro fine anno
Ethereum

Previsione sul prezzo di Ethereum: 333 $ entro fine anno

By Marco Cavicchioli - 14 Lug 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Secondo una recente previsione, il prezzo di Ethereum (ETH) potrebbe raggiungere i 333 $ entro fine anno, mentre quello di Bitcoin i 12.948 $. 

La previsione è stata effettuata tramite un sondaggio di Finder.com, come media delle risposte raccolte da 28 esperti che operano nel settore fintech. 

Il sondaggio ha riguardato nello specifico sia Bitcoin che Ethereum, ma i risultati più curiosi sono proprio quelli che riguardano ETH. 

Innanzitutto va detto che quasi un quarto degli esperti, il 23%, ha dichiarato di essere preoccupato per Ethereum a causa dei problemi di scalabilità della rete. 

In particolare il passaggio alla Proof-of-Stake, con l’introduzione del cosiddetto Ethereum 2.0, è ciò che preoccupa maggiormente, perché da un lato è visto come un passaggio inevitabile, mentre dall’altro è visto allo stesso tempo come un passaggio problematico, o comunque rischioso. 

Tuttavia, nonostante queste preoccupazioni, il panel mediamente prevede un incremento di valore della sua criptovaluta nativa, Ether, che potrebbe aumentare dell’11% fino a 256 $ entro la fine di settembre, e del 44% fino a 333 $ entro il 31 dicembre 2020. 

Alcuni intervistati in realtà sono decisamente molto scettici. 

Ad esempio Jimmy Song, autore di “Programming Bitcoin”, prevede un trend ribassista di ETH che potrebbe portarlo fino a 97 $ entro fine anno, affermando di essere preoccupato che la Proof-of-Stake non sia sicura e potrebbe finire per centralizzare Ethereum. 

Va però detto che molti sostenitori di Bitcoin, e della Proof-of-Work, non sono necessariamente imparziali ed oggettivi in queste analisi. 

D’altra parte c’è anche chi, come il cofondatore del protocollo Origin Josh Fraser, crede che il prezzo di ETH salirà fino a 1.000 $.

Dei rimanenti membri del panel il 38,5% afferma di non essere preoccupato e il 38,5% di non essere sicuro.

Il 64% degli intervistati ha anche affermato di ritenere che gli investitori retail dovrebbero considerare di investire anche in criptovalute diverse da Bitcoin, sebbene non sempre siano adeguatamente informati sui rischi che corrono nel farlo. 

Secondo l’analista di Messari Jack Purdy, Bitcoin ed Ethereum sono le uniche due criptovalute ad avere complessivamente sentiment positivo per i prossimi tre mesi, perchè altre non riescono ad esprimere un utilizzo reale. 

“Bitcoin è l’unico asset con un chiara forma di prodotto sui mercati come oro digitale. Ethereum è vicino poiché sta diventando una garanzia programmabile per il mondo finanziario digitale. La DeFi sta innovando ad un ritmo straordinario, ed è un forte vento in poppa per l’ecosistema Ethereum”. 

Per quanto riguarda il prezzo di BTC la maggior parte degli intervistati afferma che ora sia esattamente dove ci si aspettava che fosse appena dopo l’halving e che entro fine anno potrebbe aumentare del 61% arrivando a 12.948 $. 

Il punto è che, data la salute traballante dei mercati finanziari globali, potrebbe volerci un po’ di tempo prima che la riduzione dell’offerta generata dall’halving possa provocare un aumento del valore di bitcoin. 

Riguardo altre criptovalute, come XRP, Bitcoin Cash (BCH), EOS e TRON, le previsioni degli intervistati sono mediamente negative, con stime di perdita tra il 13% ed il 16% del loro valore entro fine anno.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.