banner
Bitcoin SV vs Binance: volano accuse pesanti
Bitcoin SV vs Binance: volano accuse pesanti
Altcoin

Bitcoin SV vs Binance: volano accuse pesanti

By Marco Cavicchioli - 8 Ott 2020

Chevron down

Prosegue la vera e propria faida tra Bitcoin SV e Binance. 

Da quando Binance decise di delistare BSV, con il CEO Chanpeng CZ Zhao che scrisse parole molto pesanti contro il co-fondatore del progetto Craig Wright, è iniziata una vera e propria lotta continua tra i due. 

L’odio tra i due sembra essere reciproco, e coinvolge anche l’altro co-fondatore del progetto Bitcoin SV, ovvero quel Calvin Ayre che è anche il proprietario di Coingeek.com. 

Infatti non a caso è stato scelto proprio Coingeek.com per muovere contro Binance accuse davvero pesanti, che oltretutto coinvolgono anche altri exchange come BitMEX e Kraken, oltre a Bitcoin.com, Blockstream ed Ethereum. 

Insomma, sembra quasi una lotta di Wright ed Ayre contro tutti, probabilmente mossa dalla loro pretesa di avere per le mani il progetto crypto migliore che sia mai stato ideato. 

Le accuse contro Binance e CZ sono pesantissime: secondo Coingeek esisterebbe un cartello criminale attivo nel riciclaggio di denaro con le criptovalute di cui farebbero parte gli exchange Binance, Kraken e BitMEX, con quest’ultimo già denunciato esplicitamente dalla CFTC americana per questo genere di attività illecita. 

In un paragrafo dell’articolo di Coingeek non a caso intitolato “il momento di Binance sta arrivando” si ipotizza che un chiaro segno del coinvolgimento in attività criminali sia l’attacco all’approccio pro-regolamentazione ed anti-crimine di Craig Wright e Bitcoin SV. 

Infatti citano espressamente il delisting di BSV, coinvolgendo anche Roger Ver di Bitcoin.com, noto sostenitore di Bitcoin Cash (BCH). 

Insieme a Kraken e Shapeshift questa viene definita “la cabala criminale che ha delistato BSV”, arrivando addirittura a sostenere che a CZ non interesserebbe l’utilità di BSV per quest’ultimo non sarebbe utile ai criminali. 

L’articolo cita esplicitamente degli ipotetici 770 milioni di dollari di denaro riciclato su Binance, ipotizzando che sia solo questione di tempo prima che vengano rivolte all’exchange le medesime accuse rivolte a BitMEX. Non risultano però esserci prove evidenti che ciò corrisponda a realtà 

L’articolo si conclude con queste parole: 

“E se c’erano ancora dei dubbi, se ti senti ancora al sicuro a portare avanti l’impresa criminale di Binance da un ufficio estero – potresti non aver mai nemmeno messo piede negli Stati Uniti – l’ormai ex direttore dell’FBI James Comey ha alcune parole selezionate per te:

Se tocchi le nostre coste con la tua impresa corrotta, sia attraverso riunioni o utilizzando il nostro sistema finanziario di prim’ordine, sarai ritenuto responsabile di quella corruzione”. 

Questa conclusione rende evidente che l’articolo in questione non abbia fini giornalistici o informativi, ma abbia più l’aspetto di un tentativo, probabilmente invano, di spaventare qualcuno con vaghe minacce rivolta tuttavia da persone che non hanno voce in capitolo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.