banner
Torna a crescere su Google Trends la coin Monero
Torna a crescere su Google Trends la coin Monero
Criptovalute

Torna a crescere su Google Trends la coin Monero

By Marco Cavicchioli - 21 Ott 2020

Chevron down

L’interesse nei confronti della coin Monero oscilla molto nel corso del tempo su Google Trends. 

Essendo una delle più famose criptovalute ad alto livello di privacy, l’interesse nei suoi confronti cresce soprattutto nei momenti in cui si annunciano controlli più ristretti sull’utilizzo del denaro. 

Negli ultimi tempi ad esempio si parla sempre di più di riduzione del contante, e delle valute digitali delle banche centrali (CBDC), ovvero di argomenti strettamente legati ad un probabile futuro incremento dei controlli sull’utilizzo del denaro.

Non a caso ciò produce in genere un incremento di interesse nei confronti di Monero, che può essere rilevato su Google Trends. 

Tra l’altro, sebbene anche il valore di XMR incida parecchio sull’interesse a suo riguardo, questo avviene a livello globale, mentre invece a livello locale incidono maggiormente le paure di maggiori controlli. 

Monero coin su Google Trends

Confrontando ad esempio il grafico degli ultimi 12 mesi su Google Trends di USA, UK e Francia le differenze saltano subito all’occhio.

Per quanto riguarda il prezzo, le crescite più interessanti si sono verificate a febbraio, ad agosto e ad ottobre, mentre invece il picco massimo di ricerca in USA si è verificato a settembre. 

Pertanto se da un lato le tre crescite del prezzo hanno generato negli ultimi 12 mesi incrementi di interesse un po’ ovunque, a livello locale ci sono stati anche altri fenomeni che hanno inciso in modo significativo. 

Va infatti ricordato che negli ultimi mesi si è parlato molto di CBDC, in particolare in Cina e negli USA, mentre in Europa se ne sta parlando molto solamente da pochissime settimane. 

Il grafico su Google Trends degli USA mostra chiaramente un picco di interesse scorrelato dall’aumento del valore, mentre quello in Francia c’è stato dopo il picco di prezzo di metà ottobre ed in concomitanza con il recente hype in merito all’euro digitale. 

Oltretutto sempre in ottobre sono state pubblicate alcune notizie rilevanti per il progetto, che hanno sicuramente contribuito al recente incremento di interesse. 

Qualche giorno fa ad esempio è stato annunciato il rilascio della nuova GUI v0.17.1.1 denominata “Oxygen Orion”, mentre ieri è stata annunciata la proposta di implementazione degli Atomic Swaps. 

Va tuttavia detto che sull’interesse globale nei confronti di questa criptovaluta le novità tecniche incidono probabilmente meno rispetto al valore di XMR ed al suo utilizzo per operazioni realmente anonime. 

Bisogna infatti ricordare che, a differenza di Bitcoin, Ethereum ed altre blockchain pubbliche, quella di Monero prevede che le transazioni siano registrate criptate in modo che, pur rimanendo pubbliche, non risultino decifrabili pubblicamente. 

Per questo motivo Monero è nota come una delle criptovalute maggiormente in grado di proteggere la privacy dei suoi utilizzatori, tanto da attrarre maggiormente attenzione proprio quando si prospettano strette da questo punto di vista.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.