banner
Intervista esclusiva al CEO di SaTT, Gauthier Bros
Intervista esclusiva al CEO di SaTT, Gauthier Bros
Interviste

Intervista esclusiva al CEO di SaTT, Gauthier Bros

By Amelia Tomasicchio - 25 Ott 2020

Chevron down

SaTT è una società blockchain che ha recentemente raccolto 7 milioni di dollari in un ICO, così The Cryptonomist ha deciso di intervistare il CEO Gauthier Bros per saperne di più sul progetto e su come le token sale possono essere ancora in grado di offrire qualcosa.

Puoi spiegarci il progetto?

Certo, siamo una soluzione pubblicitaria smart basata su blockchain, creata per affrontare le difficoltà dell’industria pubblicitaria, quali la mancanza di trasparenza nella catena di fornitura, i ritardi nei pagamenti e altro ancora.

SaTT è l’acronimo di Smart Advertising Transaction Token ed è un utility token che consente agli inserzionisti di acquistare servizi di pubblicità smart sulla dApp SaTT basata su Ethereum. Tutte le transazioni tra inserzionisti e influencer/editori sono regolate dallo smart contract di SaTT, che garantisce in automatico la velocità, la trasparenza, la sicurezza e l’efficienza in termini di costi.

Gli oracoli blockchain sono implementati dalla dApp SaTT per recuperare dati da API di piattaforme social media come YouTube, Facebook, Twitter, Instagram ecc. Si possono quindi esaminare azioni come i MI PIACE, CONDIVISIONI, VISUALIZZAZIONI, TWEET ecc. che aiutano a quantificare il ROI, il che è molto importante per gli inserzionisti e gli addetti al marketing. 

Quando tutti i criteri, concordati tra l’inserzionista e l’influencer/editore, vengono soddisfatti con successo, i pagamenti vengono attivati automaticamente dal budget precaricato dell’inserzionista al wallet dell’influencer/editore. Come si può vedere, il sistema di pubblicità smart SaTT è stato progettato per essere veloce, a prova di manomissione, sicuro ed efficiente in termini di costi, un perfetto caso d’uso degli smart contract Ethereum. 

Cosa è pronto sulla piattaforma? Cosa può fare un marketer/influencer?

Il nostro MVP è già online permette: 

  • Agli inserzionisti/marketer di inserire la loro campagna pubblicitaria sulla piattaforma SaTT e di inserire il numero di token disponibili per la loro campagna. Possono allocare i token in base alle piattaforme di social media su cui desiderano essere promossi. Ad esempio, è possibile assegnare un certo numero di token a YouTube, Twitter, LinkedIn e/o Facebook. Gli inserzionisti/marketer possono anche remunerare gli influencer che hanno partecipato alle loro campagne in base all’andamento dei loro post. 
  • Per quanto riguarda gli influencer (o micro-influencers), possono già partecipare alle campagne pubblicando sui social network ed essere remunerati in base all’andamento dei loro post. 

Ci saranno più funzionalità e più tipi di piattaforme mediatiche diverse, mentre continuiamo a migliorare e aggiornare la soluzione pubblicitaria smart di SaTT.

Qual è la differenza con altri progetti di marketing come aqilliZ, Brave o gli aggregatori tradizionali come Addragon e Coinzilla?

Da quello che so, aqilliZ è anche una soluzione pubblicitaria smart funzionante, ma sono costruiti sulla blockchain di Zilliqa (noi siamo su Ethereum) e sostengono di lavorare con FoodPanda.  Brave è un browser web in cui vengono valorizzati i creatori di contenuti e l’attenzione, ricompensando gli utenti con il Basic Attention Token (BAT). Addragon si occupa maggiormente di acquisti da parte dei media e di inserzioni pubblicitarie, come banner e pubblicità. Coinzilla consente di acquistare comunicati stampa e articoli sponsorizzati.

Tra tutte le piattaforme che hai citato, aqilliZ sembra la più simile a noi. Il resto sono varie soluzioni pubblicitarie che si concentrano sulle diverse aree della pubblicità. Non ho molta familiarità con aqilliZ perché non hanno spiegato bene la loro piattaforma, quindi non posso commentare perché non ho i dettagli su come funziona.

Avete raccolto 7 milioni di euro in un ICO. Pensi ancora che le ICO siano un buon metodo per raccogliere fondi? Come mai, secondo te, la vostra è stata un successo, in un periodo in cui tonnellate di altre ICO stanno fallendo?

Credo che il fatto che ci siamo concentrati molto sull’avere una piattaforma funzionante sia uno dei motivi principali per cui gli investitori hanno deciso di sostenere il progetto SaTT. 

Nel mezzo dell’hype ICO alla fine del 2017 e in parte del 2018, molti progetti erano soluzioni blockchain, ma la maggior parte di essi non è riuscita a fornire un prodotto funzionante e questo è stato il motivo per cui quei progetti e token si sono estinti. Questo ha portato gli investitori in generale a diffidare molto dei progetti blockchain perché l’hype da solo non può sostenere il continuo successo di un progetto.

Il nostro team principale proviene da Atayen, Inc. e abbiamo già fornito soluzioni tecnologiche come le nostre pagine Facebook per le applicazioni aziendali, quindi capiamo cosa serve per fornire questo tipo di soluzioni. Non è certo una cosa da poco e la quantità di RnD, tentativi ed errori che un progetto è disposto a subire è la prova di quanto il team sia impegnato nel progetto.

Tutti questi fattori hanno contribuito al successo della nostra raccolta fondi. SaTT è un progetto che si impegna nella realizzazione e non siamo interessati ad essere un fuoco di paglia. Vogliamo essere una soluzione ampiamente adottata dal nostro settore.

Visto che Ethereum sta diventando molto costoso in termini di spese per il gas, perché avete deciso di utilizzare questa blockchain e come risolverete il problema delle fee?

Ethereum è leader nei protocolli smart contract considerando l’enorme numero di progetti che l’hanno adottata. Per quanto riguarda gli utenti e gli sviluppatori non c’è alternativa al momento, per cui abbiamo scelto di utilizzare la blockchain di Ethereum.

In questo momento, abbiamo creato il token SaTTv come versione centralizzata del token SaTT per un uso limitato sulla piattaforma e senza dover pagare le fee. Tuttavia, se arriva una versione più stabile, efficiente ed economica e le spese di gas su Ethereum continuano in questo modo o diventano ancora più costose, allora sì, potremmo prendere in considerazione l’idea di passare a tale blockchain.

Quali oracoli utilizzate?

Attualmente, i nostri oracoli blockchain funzionano con YouTube, Facebook, Twitter e Instagram, alcune delle piattaforme mediatiche più popolari. Tuttavia, svilupperemo altri oracoli per lavorare con altre piattaforme popolari. Anzi, al momento uno per TikTok è già in fase di sviluppo – sì, l’avete sentito qui per primi! 

 

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.