banner
Bitcoin: alti i volumi e la volatilità
Bitcoin: alti i volumi e la volatilità
Trading

Bitcoin: alti i volumi e la volatilità

By Federico Izzi - 10 Nov 2020

Chevron down

Giornata ad alta tensione quella di Bitcoin ieri, con alti volumi e la volatilità che ha visto l’indice giornaliero su base mensile che si è portata oltre il 2,8%, livello più alto da giugno scorso.

Il resto del settore è stato piuttosto insensibile alla notizia che ieri ha smosso le piazze finanziarie. Ieri S&P500, Dow Jones, Nasdaq Composite hanno registrato massimi storici assoluti per poi accusare una flessione.

La stessa flessione si è espressa in modo evidente sul gold che ha accusato un ribasso del 4%.

Tutto questo dopo l’annuncio della Pfizer che ha movimentato i mercati perché ha scontato un possibile ripensamento di una ulteriore iniezione di liquidità da parte della Fed. 

Il settore delle criptovalute e le altcoin sono rimaste poco influenzate dall’annuncio e non hanno risentito dei riflessi del Bitcoin.

13 coin360 20201110
Fonte: COIN360.com

La giornata registra una prevalenza di segni positivi, oltre il 70% sopra la parità. Buono il saldo su base settimanale delle prime 20, dove solo Monero (XMR) perde -1% insieme a Crypto.com (CRO) con un saldo del -10% sono sotto la parità. 

Diversi i guadagni a doppia cifra. Bitcoin (BTC) guadagna il 15%, fa meglio Ethereum (ETH) che sale del 20% e Chainlink (LINK) vola del 25%.

12 EOS 20201110

Anche EOS è tra i migliori rialzi settimanali con un balzo di poco meno del 10%, in linea con il resto del settore. Oggi però scende dell’1%. 

Continua ad aumentare il market cap che per la prima volta da maggio 2018 sale sopra i 440 miliardi di dollari. Merito del Bitcoin che si è riportato come capitalizzazione totale sopra i 280 miliardi di dollari, livello più alto che non registrava da gennaio 2018, piena fase di bull run che ha coinciso con i massimi della bolla di fine 2017 – inizio 2018. 

La dominance del Bitcoin si conferma attorno al 65%, che è il livello più alto come quota di mercato da giugno scorso. Per quanto riguarda Ethereum e Ripple, Ethereum scende all’11,5%, mentre Ripple prova a mantenere il 2,5% che è il livello più basso dal 2017.

Esplodono i volumi per Bitcoin su spot e derivati

Anche i volumi su base giornaliera continuano ad aumentare oltre i 155 miliardi di dollari. 

Bitcoin vede per la seconda volta in pochi giorni superare i 4 miliardi di dollari sui principali exchange, condizione che non si verificava da maggio scorso.

Anche Ethereum per la sesta giornata consecutiva scambia 1,5 miliardi in controvalore in dollari. A differenza del Bitcoin, Ethereum non è stata particolarmente mossa e una serie così intensa di scambi non la segnava da inizio settembre scorso.

Anche i volumi sui derivati segnano nuovi massimi. Il volume aggregato dei future di Bitcoin dopo il record di giovedì scorso vede l’open interest a livelli massimi a 5,5 miliardi, inferiore al record della settimana scorsa a 5,7 miliardi.

I rialzi di ieri hanno fatto esplodere i volumi delle coperture delle opzioni put e call vendute. Questo esalta le intenzioni di un possibile aumento della speculazione nei prossimi giorni. Bisognerà fare molta attenzione ai movimenti. 

Anche su Ethereum il volume per le opzioni registra nuovi massimi storici assoluti, con l’open interest (opzioni detenute oltre la giornata operativa di scambi).

Per Ethereum risultano essere più scambiate le opzioni put, pertanto gli operatori si attendono un proseguimento del trend rialzista.

14 DeFiPulse 20201110

DeFi

Gli scambi tornano a far crescere nuovamente anche il settore DeFi che per la prima volta si porta oltre i 12,7 miliardi di dollari. Tornano a salire gli Ethereum immobilizzati nei vari protocolli della finanza decentralizzata che si riportano oltre gli 8,5 milioni di ETH. Stabili oltre i 167.000 i Bitcoin tokenizzati sulla rete Ethereum.

Tra i migliori rialzi di giornata ci sono proprio i token del settore DeFi: Decentraland (MANA), Ocean Protocol (OCEAN), Yearn Finance (YFI), Aave, Status, guadagnano il +15%. Dalla parte opposta il peggior ribasso è di Loopring (LRC), -10%, l’unica in discesa a doppia cifra tra le prime 100.

Continua la crescita di Uniswap, ad un passo dai 3 miliardi di dollari immobilizzati sul progetto. Segue Maker con 2,17 miliardi, e WBTC con 1,9 miliardi.

BTC 20201110
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC): volumi in rialzo

Bitcoin con la salita di ieri riporta le quotazioni a 15.900 dollari per poi, come accaduto la scorsa settimana, far risvegliare le vendite che respingono i prezzi nella giornata di ieri ad un passo dai 14.800 dollari. 

Il trend di medio periodo rimane saldamente al rialzo, ma inizia ad essere importante seguire l’evoluzione dei movimenti nelle prossime ore o giorni.

In casi di un ritorno sotto i 14.800 dollari si configurerebbe un pericoloso doppio massimo di lungo periodo. 

Per Bitcoin è necessario, in caso di violazione dei 14.800, non allungare il cambio trend sotto i 12.500 dollari, area di supporto al momento più protetta da parte degli operatori in opzioni.

ETH 20201110
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum

A differenza di Bitcoin, Ethereum ieri ha oscillato in un range di 30 dollari, tentando nuovamente l’allungo sopra i 460 dollari senza successo. Per Ethereum un consolidamento sopra i 420 dollari, ex area di resistenza, darebbe un forte segnale di un possibile allungo rialzista nei prossimi giorni. 

Per ETH è importante non violare al ribasso i 365-360 dollari dove passa la trend line rialzista che unisce i minimi crescenti degli ultimi 7 mesi.

Questo livello continua ad essere decisamente protetto dagli operatori in opzioni che preferiscono coprire il rischio da eventuali ribassi. Questo indica un’ipotesi più propensa al proseguimento del trend rialzista. 

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.