banner
Bitcoin: previsioni degli analisti fino a 318.000$
Bitcoin: previsioni degli analisti fino a 318.000$
Bitcoin

Bitcoin: previsioni degli analisti fino a 318.000$

By Marco Cavicchioli - 16 Nov 2020

Chevron down

Stanno facendo scalpore alcune previsioni riguardo il prezzo di bitcoin realizzate recentemente da analisti autorevoli. 

In particolare a stupire di più è quella di CitiBank MD e del suo direttore Tom Fitzpatrick, secondo cui il prezzo di BTC potrebbe addirittura raggiungere la cifra record di 318.000 dollari entro la fine dell’anno prossimo. 

Secondo Fitzpatrick Bitcoin potrebbe avere le caratteristiche adatte per diventare l’oro digitale del 21° secolo. 

Questa idea, ovviamente, non è affatto nuova, ma stupisce davvero molto che a proporla sia il direttore di Citibank, ovvero un’istituzione finanziaria storica, nata nel 1812 a New York, oltre 2.600 filiali in 19 paesi nel mondo. 

Il punto chiave sarebbe la possibile prossima svalutazione del dollaro americano, che ancora oggi risulta essere la valuta di riserva mondiale per eccellenza. 

In uno scenario simile Fitzpatrick vede analogie con il mercato dell’oro del 1970, i cui presupposti furono gettati nel 1944 a Bretton Woods, e durarono fino al 1973.

Infatti gli accordi di Bretton Woods ancorarono il dollaro USA all’oro, e quello delle altre valute a sua volta al dollaro, tentando di fatto di costruire un regime monetario in cui il dollaro USA fosse equivalente all’oro come valuta di riserva.

Nel corso del tempo però emerse una predilezione dei mercati per l’oro, rispetto al dollaro, tanto che nel 1970 si creò una specie di “corsa all’oro”, durante la quale i possessori di dollari si affrettarono a scambiarli per l’appunto con oro. Nel 1971 il presidente Nixon interruppe l’ancoraggio del dollaro all’oro, dando vita al nuovo regime di valute fiat attuale.

Secondo Fitzpatrick l’inflazione del dollaro, e la sua svalutazione, possono consentire di fare un confronto tra bitcoin ed oro, anche perché Bitcoin è nato proprio appena dopo la grande crisi finanziaria del 2008, quando ad esempio per la prima volta i tassi di interesse sono scesi allo zero per cento. 

Questo avrebbe generato il primo ciclo rialzista di bitcoin, ovvero quello iniziato nel 2011 e concluso a dicembre 2013, con un aumento di valore di 555 volte. 

Inoltre lo scenario attuale sembra simile a quello dei mercati finanziari all’inizio degli anni ’70, ovvero quello che portò alla corsa all’oro. 

Secondo Fitzpatrick a questo punto potrebbe innescarsi una corsa a bitcoin, che potrebbe portarne il prezzo fino 318.000$ entro dicembre 2021.

Le previsioni discordanti degli analisti su Bitcoin

Va però anche aggiunto che non tutti gli analisti sono così bullish riguardo bitcoin. 

Sebbene in questo momento sia difficile trovare previsioni autorevoli al ribasso, ci sono analisti che ipotizzano una fase di consolidamento, con prezzo relativamente stabile, o altri che prevedono aumenti di prezzo di ordine decisamente inferiore. 

Anzi, a dire il vero le cifre ipotizzate per il 2021 sono così tanto differenti tra di loro da rivelare una notevole incertezza. 

È decisamente probabile che le previsione della stragrande maggioranza degli analisti riguardo i prezzi di BTC per il 2021 siano semplicemente sbagliate, ma non può essere considerato insignificante il fatto che pochissimi ritengono che il prezzo possa scendere, e che comunque non molti ritengono che lateralizzerà. 

In altri termini prevalgono le previsioni bullish, ma tra queste non pare esserci una convergenza.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.