banner
Amazon si lancia nei medicinali con Pharmacy e Pillpack
Amazon si lancia nei medicinali con Pharmacy e Pillpack
News dal Mondo

Amazon si lancia nei medicinali con Pharmacy e Pillpack

By Eleonora Spagnolo - 19 Nov 2020

Chevron down

Amazon ha appena lanciato Amazon Pharmacy che si affianca al già esistente servizio di Amazon Pillpack e tanto è bastato per sconvolgere il settore farmaceutico. 

Per ora Amazon Pharmacy e Amazon Pillpack saranno disponibili solo negli Stati Uniti, ma la loro portata è rivoluzionaria

Amazon Pharmacy e Amazon Pillpack

Amazon Pharmacy semplicemente consente l’acquisto online dei farmaci, ovviamente al minor prezzo disponibile, e con tanto di sconti fini all’80% per chi è iscritto ad Amazon Prime. L’acquisto richiede in alcuni casi le prescrizioni mediche, che vanno inviate ad Amazon, oppure sarà Amazon stessa a richiederle ai medici. Le medicine arrivano direttamente a casa, in un comune pacco Amazon. Per gli abbonati ad Amazon Prime, l’invio è gratuito e garantito in due giorni. 

In più Amazon mette a disposizione farmacisti 24 ore su 24, sette giorni a settimana. 

Gli acquisti possono essere anche fatti caricandoli sull’assicurazione. Insomma, Amazon Pharmacy si presenta come un servizio completo. In più, dà all’utente la possibilità di visionare lo storico dei suoi acquisti farmaceutici e le prescrizioni mediche. 

Amazon Pillpack va oltre. Il servizio prende il nome dall’azienda specializzata Pillpack, che Amazon aveva acquisito già nel 2018. Pillpack si occupava proprio di recapitare farmaci ai malati cronici. Amazon Pillpack prosegue su questa scia, destinato per lo più a che prende medicine abitudinariamente, i quali si vedono recapitare a casa ogni mese proprio i farmaci di cui hanno bisogno. 

Il servizio prevede l’iscrizione in cui l’utente comunica anche il nome del suo dottore e la polizza assicurativa. Pillpack prende in carico la spedizione dei farmaci necessari a seguito di prescrizioni mediche e colloqui con i dottori, e si occupa di invii periodici (per lo più mensili). L’utente non deve preoccuparsi di nulla. Ogni mese si vedrà recapitare a casa proprio le medicine di cui ha bisogno, nella giusta quantità, con tanto di istruzioni per assunzione. Niente più file, niente più attese. 

I tempi di spedizione sono più lenti e richiedono anche due settimane, ma in caso di urgenze Amazon riesce come sempre ad accelerare. Il servizio di spedizione è gratuito, in pratica si pagano solo i farmaci (laddove non sono coperti dall’assicurazione).

Amazon in borsa

Il lancio di Amazon Pharmacy ha provocato una sorta di terremoto in borsa, dove sono affondati i titoli dei colossi farmaceutici. Amazon invece prosegue la sua corsa ed è ora quotata a 3.100 dollari sul Nasdaq. 

Il 2020 per Amazon è stato stellare: la sua quotazione è passata da 1898 dollari fino ai top di 3.552 dollari ad agosto, in pratica raddoppiando il suo valore da inizio anno.

Il boom di Amazon è sicuramente dovuto al lockdown che ha portato in molti ad acquistare online, anche chi non era avvezzo a questa pratica. 

Con Pharmacy Jeff Bezos intende sfruttare proprio questa tendenza degli acquisti in via telematica. Ma il timore è che possa mettere in crisi anche le farmacie così come ha affondato tanti negozi e centri commerciali fisici.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.