banner
Grande rimbalzo per le criptovalute
Grande rimbalzo per le criptovalute
Trading

Grande rimbalzo per le criptovalute

By Federico Izzi - 27 Nov 2020

Chevron down

Giornata di reazione dopo lo schiaffo ribassista di ieri che ha registrato la peggiore giornata ribassista, la più violenta dallo scorso inizio settembre. Oggi si recupera gran parte del terreno perso. Al momento si tratta di un rimbalzo tecnico per le criptovalute. 

Fonte: COIN360.com
Fonte: COIN360.com

Rimbalzo per le criptovalute

Si registra oggi una prevalenza di segni positivi, il 65% sopra la parità. È un momento di reazione che non va a rovinare il trend rialzista della settimana. 

Bitcoin si avvia a registrare la prima settimana negativa dopo sette serie consecutive, una serie da record che non si registrava da diverso tempo. Ethereum, nonostante il forte ribasso che ha visto una perdita del 20% in poche ore, su base settimanale si trova ad oscillare in parità. 

XRP 20201127

La chiusura settimanale di Ripple invece è un rialzo del 70% dai livelli di venerdì scorso, dietro alla performance del token gemello Stellar (XLM) con un guadagno su base settimanale di oltre il 120%. 

La giornata vede alternarsi segni e rossi e verdi. Stellar, che recupera dopo l’affondo degli ultimi giorni con in rialzo del 15% (migliore tra le big). Meglio di Stellar fa Sushi Swap (SUSHI), uno dei token più conosciuti della finanza decentralizzata, che guadagna il 20% circa dai livelli di ieri. 

È una giornata che vede una reazione positiva anche per gran parte dei token dei protocolli decentralizzati, tra cui Yearn Finance (YFI) e Waves sfiorano rialzi del 10%. 

Volumi da record per Bitcoin ed Ethereum

Le ultime 24 ore vedono un calo generalizzato dei volumi, ma non per Bitcoin, Ethereum e Ripple che nella giornata di ieri hanno registrato scambi decisamente elevati. 

Bitcoin con un controvalore di 8,8 miliardi per poche decine di milioni non chiude la giornata con i volumi storici più alti di sempre. Bastavano 40 milioni di differenza per eguagliare il record del 26 giugno 2019. Bitcoin registra oltretutto elevati scambi anche per quanto riguarda i derivati in particolare i future sul CME. 

Nella giornata di ieri, dal lancio di questo tipo di mercati, il CME registra volumi che superano oltre 1 miliardo di dollari. Ciò fa in modo che CME ieri sia stata la leader degli scambi sui future, nella giornata con il più ampio scambio dei future in assoluto. 

Accusa una flessione l’open interest sui derivati futures e sui derivati in opzioni, segno della chiusura delle posizioni in derivati che anticipa la scadenza mensile di queste ore sul CME.

Per Ethereum scambi elevati con volumi oltre i 5 miliardi di dollari, la giornata con il volume più alto di scambi in controvalore in dollari dall’inizio dell’anno.

Ripple scambia meno di martedì, pur mantenendo scambi elevati. 

Le top 10 sono le crypto che scambiano di più, perché a livello generali il volume di scambi è in contrazione di oltre il 30%.

DeFiPulse 20201127

DeFi, continua l’emorragia di ETH

La finanza decentralizzata con il crollo delle quotazioni accusa anche un prosciugamento in parte del valore totale immobilizzato che scende a 12,7 miliardi dai top registrati due giorni fa, oltre 14,3 miliardi registrati mercoledì. 

Continua l’emorragia da parte degli ETH che scendono sotto i 6,6 milioni. Restano stabili i bitcoin tokenizzati, sopra i 167.000 pezzi.

BTC 20201127
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC)

L’affondo delle ultime ore che ieri ha visto i prezzi scendere sino a 16.400 dollari, andando a testare la trendline che accompagna il movimento rialzista dalla metà di ottobre. 

È un test tecnico importante che sarà come livello di riferimento i prossimi due giorni del weekend. Importante per il Bitcoin non accusare nei prossimi giorni affondi sopra i 14.800 dollari, primi livelli di copertura da parte dei professionisti in opzioni. 

ETH 20201127
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

L’affondo registrato in poco più di 2 giorni porta ad una perdita del 20% sui prezzi di Ethereum. ETH arriva al test dei 480 dollari dove sono intervenuti gli acquisti che hanno respinto i prezzi a 510 dollari, dove si trovano in queste pre.

Sarà importare per Ethereum consolidare la tenuta di questa ex resistenza diventata supporto di medio periodo anche durante il weekend. 

In caso di rottura verso il basso è importante non estendere il movimento sotto i 400 dollari, livello dove attualmente passa la trendline che accompagna il movimento dallo scorso metà di marzo e che congiunge i minimi crescenti.

Al rialzo, a parte un poco probabile exploit del fine settimana, il ritorno della forza rialzista è distante e si attiverebbe solo con un rialzo sopra l’area dei 600 dollari.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.