banner
Bitcoin da record: Coinbase e Binance vanno in down
Bitcoin da record: Coinbase e Binance vanno in down
Criptovalute

Bitcoin da record: Coinbase e Binance vanno in down

By Eleonora Spagnolo - 17 Dic 2020

Chevron down

Coinbase e Binance sono andati in down proprio mentre il prezzo di Bitcoin sfondava i 20.000 dollari.

Proprio ieri infatti si è registrata la crescita record del prezzo di BTC che ha toccato il suo massimo storico di sempre. Questa scalata è proseguita nelle ore successive arrivando a 22.000 dollari. 

L’entusiasmo si è riversato sui mercati e sulle piattaforme di exchange che hanno però accusato dei problemi di connessione, come nel caso di Binance e Coinbase.

Chi ha provato ad entrare in Coinbase si è visto comparire un messaggio di errore. Dalla piattaforma non sono arrivate spiegazioni ufficiali, anche se ora tutto sembra funzionare correttamente, 

Anche gli utenti di Binance hanno avuto dei problemi ad entrare nell exchange. Ma a differenza di Coinbase, Binance ha comunicato con i suoi utenti via Twitter.

I problemi hanno riguardato sia l’app che il portale web su desktop. 

Anche CZ ha twittato: 

“Bitcoin è appena scoppiato. Abbiamo provato qualche problema di scalabilità. Dovrebbe essere risolto per ora. Abbiamo sottostimato la domanda. Dobbiamo aggiungere ancora molti altri server”.

Successivamente CZ ha aggiunto: 

Ancora qualche problema di latenza qua e là. Ci stiamo lavorando, tutti gli addetti ai lavori. Mani giunte

Bitcoin sale del 5%, il traffico aumenta di 30 volte.

Coinbase e Binance in down, un problema per l’intero settore

Sembra proprio che lo spazio crypto ancora non sia pronto a sostenere un grosso traffico, se due delle più importanti piattaforme accusano problemi in concomitanza con la crescita record del prezzo di Bitcoin.

Ha commentato a tal proposito Paolo Ardoino, CTO di Bitfinex:

“L’ascesa di Bitcoin oltre i 20.000 dollari ha spinto al limite alcune piattaforme leader nello spazio crypto. Dobbiamo mostrare fino a che punto lo spazio degli asset digitali è arrivato e fornire il tipo di servizio impeccabile che ci si aspetta dai mercati dei capitali storici”. 

Le borse possono non essere in grado di affrontare i tempi di fermo macchina non programmati o le interruzioni con l’aumento dei volumi. Cerchiamo di essere tutti al top del nostro gioco e della nostra tecnologia”.

È proprio questa la differenza tra il mercato tradizionale e il mercato crypto secondo Ardoino. Le borse sono impeccabili, il mercato crypto ancora ha molto da migliorare.

Dovrà farlo alla svelta, considerato che la crescita del prezzo di Bitcoin e delle criptovalute in generale potrebbe attirare sempre più interesse e quindi sempre più traffico. 

 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.