banner
Bitcoin: le quotazioni tornano a salire
Bitcoin: le quotazioni tornano a salire
Trading

Bitcoin: le quotazioni tornano a salire

By Federico Izzi - 22 Dic 2020

Chevron down

Dopo due giorni di debolezza tornano a salire le quotazioni, guidate da Bitcoin che oggi torna a salire oltre il 2%. Anche Ethereum segna un +1% e recupera i 610 dollari. Non è della stessa sorte Ripple (XRP) che addirittura scivola oltre il 6%.

XRP 20201222

Tra le big si fanno notare per i loro rialzi Cardano (ADA) +3%, seguita da Litecoin (LTC) e Monero (XMR), entrambe +2%. 

I mercati finanziari trascinano le criptovalute

I ribassi che hanno caratterizzato in particolare i due giorni precedenti, vengono accompagnati da ribassi generalizzati dei mercati finanziari. Ieri l’S&P 500 ha accusato un movimento ribassista che in alcuni tratti della giornata è andato oltre il -5% per poi recuperare in chiusura a -0,7%. Giornata in rosso anche per l’oro che ha oscillato per tutta la giornata a -2% e poi ha limitato le perdite allo -0,2%. 

Quello accaduto ieri ha visto riflessi di tensioni che si sono acutizzate per la nuova variante del Covid inglese che hanno inciso particolarmente sul cambio euro/dollaro con il dollaro che è tornato a rafforzarsi per per poi rivedere l’euro guadagnare e portare il cambio euro/dollaro a 1,22. 

Il dollaro quando registra forti oscillazioni come ieri va a riflettersi sulle quotazioni dei mercati finanziari e ieri in particolare anche sul settore delle criptovalute. 

coin360 20201222
Fonte: COIN360.com

Il settore vede la giornata proseguire con una prevalenza del segno positivo con oltre il 70% delle crypto sopra la parità. Dalla parte opposta tra i ribassi più incisivi si nota Filecoin (FIL) in discesa del 6%, Bitcoin Cash ABC scivola oltre il 6,5%. 

La peggiore è Near Protocol (NEAR) che perde l’8%. Tra le prime 100 non si vede comunque nessun ribasso a doppia cifra.

Market cap, volumi e DeFi

Il market cap totale si mantiene sopra i 635 miliardi di dollari con Bitcoin che continua a rafforzare la sua dominance oltre il 66,5%, il livello più alto dallo scorso maggio. Ethereum nonostante il rialzo non vede la quota di mercato aumentare e rimane sotto l’11%. Ripple rimane al 3,4%, i livelli più bassi per la sua dominance dallo scorso metà novembre.

I volumi si dimezzano dai picchi registrati domenica scorsa, quando per la prima volta da oltre due anni hanno raggiunto i 600 miliardi di dollari, vicini ai record stabiliti a gennaio 2018. Oggi i volumi si dimezzano e sono intorno a 300 miliardi di dollari, anche se rimangono tonici a livello giornaliero su base mensile.

DeFiPulse 20201222

La DeFi dopo aver toccato i picchi nella giornata di domenica con 16,7 miliardi di dollari, scende nuovamente sotto i 16 miliardi. Questo è dovuto alla perdita di valore di queste ore, mentre tornano a salire il numero di ETH bloccati nei protocolli DeFi sopra i 7,2 milioni, livello più alto che non si registrava dallo scorso 23 novembre.

Stabili i BTC tokenizzati sulla rete Ethereum, oltre i 143.000 pezzi

Leader rimane Maker a 2,7 miliardi, separato da una manciata di milioni di dollari da WBTC, Compound è a terzo posto com 1,8 miliardi. 

WBTC si avvicina a diventare leader tra i progetti di finanza decentralizzata. 

BTC 20201222
Grafico Bitcoin by Tradingview

Quotazioni Bitcoin (BTC)

Le quotazioni di Bitcoin si riportano sopra i 23.000 dollari dopo essere sceso ieri per alcuni minuti sotto i 22.000 dollari. In ottica di breve periodo sono i 22.500 dollari l’area critica da continuare a monitorare con attenzione nelle prossime ore della giornata, che coincide con il 25% del ritracciamento di Fibonacci se si considerano i minimi dell’11 di dicembre, minimi registrati dopo il rally che aveva caratterizzato gli ultimi 10 giorni con i record storici assoluti registrati nella giornata di domenica.

Una eventuale scivolata sotto questo livello inizierebbe a dare i primi segnali di debolezza dell’attuale ciclo mensile iniziato dai minimi dell’11 dicembre.

Un ritorno sotto i 23.800 dollari continuerebbe a dimostrare una forza dell’attuale ciclo mensile che però dovrà essere accompagnato anche da un incremento dei volumi. In caso contrario si rischierebbe la replica di quanto accaduto nella giornata di domenica con un nuovo record dopo cui sono prevalse le ricoperture. Per non rischiare una nuova replica è necessario attirare nuovi acquisti anche se il periodo, prossimo alle festività di Natale e fine anno, statisticamente non è il momento che attira particolari rialzi da parte di volumi. Il contesto è diverso dagli anni precedenti per cui è da seguire senza escludere nulla.

ETH 20201222
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum con il ribasso di ieri ha visto ieri i prezzi tornare al minimo dei 585 dollari, test della trendline rialzista che accompagna il movimento verso l’alto da novembre scorso. Ethereum deve confermare la tenuta dei 585 dollari anche nelle prossime ore, in caso contrario si aprirebbero spazi per testare i 530 dollari che coincidono con l’area di ritracciamento di Fibonacci pari al 25% che si considera addirittura il contesto degli ultimi mesi che prende a riferimento il minimo di metà novembre e i massimi della scorsa settimana.

Ethereum, in caso di un ritorno in concomitanza della forza anche per Bitcoin, vede un’area di riferimento parallela a 660 dollari. In caso di mancanza di volumi in acquisto un ritorno a quest’area è un segnale che dovrebbe far aumentare la cautela in quanto il rialzo deve necessariamente essere accompagnato da volumi importanti e non in decremento.

Ethereum come scambi giornalieri sui principali exchange si mantiene oltre i 2 miliardi in controvalore in dollari, tra le migliori giornate del mese di dicembre. 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.