banner
Aave: “Il futuro della DeFi farà leva sulle sinergie con la CeFi”
Aave: “Il futuro della DeFi farà leva sulle sinergie con la CeFi”
Defi

Aave: “Il futuro della DeFi farà leva sulle sinergie con la CeFi”

By Amelia Tomasicchio - 24 Dic 2020

Chevron down

Aave è stato uno dei protagonisti della DeFi nel 2020 ed è stato quindi impensabile non intervistare il CEO e fondatore Stani Kulechov per riassumere gli eventi di quest’anno nello spazio decentralizzato, anche per capire come sarà il 2021.

Come sta andando il 2020?

Il 2020 è stato un anno incredibile per la DeFi, e il valore totale dello spazio è passato da poco più di 600 milioni di dollari a più di 15 miliardi di dollari di valore totale bloccato (TVL) in asset al momento della stesura di questo articolo. Abbiamo lanciato il protocollo Aave a gennaio e abbiamo già superato i 2 miliardi di dollari di mercato. È stato molto emozionante vedere lo spazio svilupparsi così tanto in un solo anno. Sono spuntati sulla mappa progetti sorprendenti, e ora ci stiamo muovendo verso l’adozione tradizionale. 

Quali sono i piani per il vostro 2021?

Nel 2021 la crescita della DeFi supererà il 2020.  Abbiamo appena lanciato Aave V2, che introduce alcuni interessanti aggiornamenti per rendere l’esperienza DeFi più fluida. Aave Limited, il ramo della società responsabile delle integrazioni, ha ricevuto l’Electronic Money Authorization dall’Autorità di Condotta Finanziaria del Regno Unito, il che significa che Aave Limited può rilasciare conti di pagamento e facilitare le conversioni valutarie. Nel 2021 abbiamo intenzione di continuare ad innovare, e anche di colmare il divario tra gli spazi DeFi e FinTech, rendendo più facile che mai per i nuovi utenti l’acquisto di crypto e la partecipazione alla DeFi. 

Inoltre, la governance di Aave è attiva, per cui la community ha ora il potere di creare e votare sulle proposte. Si tratta di un enorme passo verso la decentralizzazione, e ora lo sviluppo del protocollo è nelle mani della community, in cui il ruolo del team di Aave è quello di “costruttori”. 

Come sta andando il vostro piano per la tokenizzazione di Tesla?

Haha questo era solo un tweet – non ci sono progetti ufficiali, ma se Elon Musk sta leggendo questo articolo, aspetto un suo messaggio. 

Con l’aumento del numero di servizi di lending, come riuscirà Aave a differenziare il suo progetto?

Aave è stata un pioniere nell’ecosistema DeFi dal 2017, quindi ci sono molti elementi che aiutano a mantenere la sua leadership. Il protocollo Aave è stato lanciato solo a gennaio, ed è cresciuto rapidamente fino a 1B TVL (crescita record per lo spazio DeFi) senza problemi di sicurezza. 

Uno strumento unico che è stato introdotto con Aave V2 è il yield and collateral swap che permette agli utenti di scambiare qualsiasi bene depositato. Questo strumento permette di scambiare per ottenere i migliori rendimenti sul mercato in qualsiasi momento, rendendo più facile che mai ottenere i tassi di interesse più alti. È anche un salvavita quando si tratta di evitare la liquidazione di una posizione di prestito. 

Ad esempio, se si utilizza un ETH come collaterale per ottenere un prestito e il prezzo di ETH inizia a scendere, è possibile scambiarlo con un altro bene ed evitare di essere liquidati. Questo aiuta i mutuatari a preservare la solidità dei loro prestiti. 

Aave v1 ha introdotto nella DeFi le Flash Loan come prima opzione di prestito non collateralizzato. Ora Aave v2 introduce un altro strumento chiamato Credit Delegation dove un depositante può delegare la sua linea di credito a qualcun altro che può poi prendere in prestito la sua linea di credito senza dover fornire alcun collaterale. 

Tutti i termini e le condizioni del prestito sono regolati in un accordo legale. Credit Delegation è un modo per far incontrare DeFi, CeFi e TradFi. Per esempio, un depositante potrebbe essere un fondo DeFi alla ricerca di una maggiore esposizione creditizia, e un mutuatario potrebbe essere un’azienda, un’istituzione, un governo, una ONG, ecc. Questo rende la DeFi una fonte di liquidità per il resto della finanza ed è un enorme passo avanti nella nostra visione per colmare il divario tra DeFi e FinTech. 

Per leggere il resto dell’intervista, iscrivetevi gratuitamente alla newsletter DeFi Today.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' anche insegnante di marketing presso Digital Coach e sta scrivendo un libro su Blockchain Marketing edito Maggioli.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.