banner
21Shares rimuove XRP dai propri ETP
21Shares rimuove XRP dai propri ETP
Blockchain

21Shares rimuove XRP dai propri ETP

By Marco Cavicchioli - 28 Dic 2020

Chevron down

La società svizzera 21 Shares ha rimosso XRP dai suoi ETP (exchange-traded product).

Secondo quanto riferito dal CEO della società, Hany Rashwan, sarebbe sorto un problema con il rispetto delle regole societarie in merito alle security. 

Infatti, così come riportato sull’apposita pagina del loro sito, le loro offerte non sono raccomandazioni ad acquistare o vendere security, pertanto fintantoché ci sarà il dubbio che XRP possa essere una security questo token non sarà in linea con le regole aziendali. 

Ricordiamo infatti che la SEC ha intentato una causa contro Ripple, ovvero l’azienda che ha creato XRP, accusandola proprio di aver venduto in passato XRP come se fosse una security. 

La questione con la SEC è ancora aperta, e non c’è ancora nulla di definitivo, ma diversi fornitori di servizi crypto stanno valutando di uscire dal mercato di XRP onde evitare eventuali problemi in futuro. 

Ad esempio Bitstamp ha fatto sapere via Twitter che a partire dall’8 gennaio 2021 verranno interrotti gli scambi ed i depositi di XRP per tutti i clienti statunitensi. 

In teoria la questione riguarda solo gli USA, ed i clienti residenti in USA, ma ad esempio nel caso di 21Shares la decisione è stata presa anche se i suoi ETP non sono scambiabili su exchange americani. 

Rashwan ha affermato: 

“Il rischio da entrambe le parti è alto, soprattutto con un numero di grandi trading desk over-the-counter (OTC) che escono dal mercato XRP, in particolare Jump Trading e Galaxy Digital”. 

21Shares, gli ETP su XRP ci sono ancora

In realtà sul sito di 21Shares, in precedenza conosciuta come Amun, la scheda dell’ETP su XRP (AXRP) c’è ancora, probabilmente perché la situazione è ancora incerta, e comunque per ora riguarda solo gli USA. 

Inoltre è possibile che la causa con la SEC si protragga ancora per molto tempo, sebbene l’esito sia tutt’altro che scontato. Tuttavia qualora le accuse dell’agenzia governativa americana dovessero essere confermate, esiste la possibilità che il problema si estenda anche ad altre nazioni. 

Da qualche giorno a questa parte il prezzo di XRP è in forte sofferenza, nonostante gli incrementi poderosi di altre criptovalute come BTC e ETH, tanto da essersi dimezzato in poco più di una settimana, passando da 0,6$ a 0,3$.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.