banner
Bitcoin: nuovi record storici
Bitcoin: nuovi record storici
Trading

Bitcoin: nuovi record storici

By Federico Izzi - 28 Dic 2020

Chevron down

Si archivia la settimana più emozionante dell’anno e con molta probabilità anche della storia di Bitcoin. Negli ultimi giorni, dalla vigilia di Natale fino alla giornata di ieri, sono stati giorni emozionanti e di gloria per Bitcoin che ha segnato volta per volta nuovi record storici che hanno fatto esaltare l’euforia degli appassionati, dei fan e non solo.

La settimana chiude con un netto segno positivo che solo nelle ultime ore ha visto delle prese di beneficio che hanno fatto regredire gran parte dei prezzi per Bitcoin e la gran parte delle criptovalute, ma non per Ethereum.

Ethereum in questi ultimi giorni è rimasta spettatrice, ma nella giornata di ieri ha messo il turbo provando ad innescare l’avvio della altseason, attesa da quando Bitcoin ha iniziato la gloriosa cavalcata che l’ha vista ieri superare per la prima volta i 28.000 dollari. 

Ethereum segue e trascina il settore in quest’ultima settimana del 2020 con Bitcoin che oggi oscilla sotto la parità rispetto a ieri, mentre ETH mette a segno uno dei maggiori rialzi di giornata con un balzo del 15%. Fanno meglio solo i token DeFi, REN, Ocean Protocol (OCEAN), Terra (LUNA), THORChain (RUNE), Chainlink (LINK), con rialzi che si estendono poco oltre il 15% e non oltre il 20%. 

coin360 20201228
Fonte: COIN360.com

I rialzi guidati dalla regina delle altcoin trascinano il settore, dove l’80% delle prime 100 è in territorio positivo. 

Questi rialzi degli ultimi giorni e delle ultime ore trascinano il market cap oltre i 720 miliardi di dollari, livelli più alti degli ultimi 3 anni. Era da gennaio 2018 che non si raggiungevano queste vette, quando fu stabilito il record storico assoluto a 830 miliardi di dollari. 

La capitalizzazione vede il 70% di quota di mercato detenuta da Bitcoin che per la prima volta si porta oltre i 500 miliardi di capitalizzazione. 

Esplodono i volumi, in periodo festivo, cosa che non era mai avvenuta negli ultimi anni. Per trovare giorni di Natale così euforici bisogna risalire al 2016 e al 2013, quando le fasi tra Natale e Capodanno sono state per Bitcoin simili alla attuali, con percentuali rilevanti e guadagni del 20% in entrambi i casi, mentre stavolta si è andati oltre il 30%. 

Bitcoin è andato a chiudere la settimana con un rialzo del 12% dai livelli di lunedì scorso. Nel 2013 e nel 2016 i prezzi del Bitcoin erano sotto i 1.000 dollari, mentre il settore delle criptovalute era in un contesto decisamente diverso dall’attuale, un momento decisamente particolare per il settore e per il Bitcoin. 

I volumi appunto sono esplosivi e ieri, nonostante la giornata festiva sono stati scambiati su Bitcoin oltre 10 miliardi in controvalore in dollari, secondo picco più alto di sempre, seconda volta che il controvalore supera i 10 miliardi di dollari nel mese di dicembre. Il precedente picco, assoluto, è stato registrato il 17 dicembre, esattamente 10 giorni prima, con oltre 12,1 miliardi in controvalore in dollari scambiati.

Ethereum nella giornata di ieri ha visto la migliore giornata di scambi con il picco più alto dall’inizio del mese, con oltre 4,7 miliardi, seconda migliore giornata dall’inizio dell’anno e seconda migliore giornata di sempre. Per Ethereum la migliore giornata rimane il 26 novembre, quando superò per la prima volta i 5 miliardi di dollari di scambi.

Questo evidenzia il periodo e quanto sta accadendo in questi giorni storici non solo per i prezzi.

Sulla blockchain di Bitcoin ieri è stata la seconda giornata con il più alto volume di scambi, con oltre 68 miliardi di dollari.

DeFiPulse 20201228

DeFi, record per Aave

Nonostante i rialzi di queste ore, la finanza decentralizzata non ne beneficia, con il TVL che rimane sopra i 13 miliardi ma sotto il record del 20 dicembre, oltre i 14 miliardi. 

Leader rimane Maker con 2,6 miliardi, seguita da Compound, mentre Aave in terza posizioni si spinge a 1,6 miliardi di dollari, picco più alto di sempre per collaterale immobilizzato. 

AAVE 20201228

Il token invece non si sta muovendo particolarmente, rimanendo dentro il canale laterale con il token degli 85 dollari. Le oscillazioni di Aave da fine novembre sono comprese tra 70 e 85 dollari.

BTC 20201228
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC), record storici per i prezzi

Il rialzo di questi giorni mette a segno la seconda settimana consecutiva al rialzo con un balzo che ieri ha visto BTC andare verso nuovi record storici oltre i 28.000 dollari per la prima volta nella sua storia. 

È un mese tra i migliori e se dovesse tenere i livelli attuali anche per i prossimi tre giorni, sarebbe il secondo mese migliore dell’anno, con un rialzo che sfiora il 40%. 

Per Bitcoin le prese di beneficio di ieri respingono i prezzi a testare i 26.000 dollari, dove tornano nuovamente gli acquisti che riportano le quotazioni oltre i 27.000 dollari. 

Dopo questa forte salita Bitcoin ha un ampio spazio di manovra anche per eventuali movimenti verso il basso. Un allarme ribassista arriverebbe solo in caso di estensioni a 25.500 dollari, ma senza preoccupazione per il trend mensile iniziato l’11 di dicembre che verrebbe in parte compromesso solo con ribassi sotto i 23.000 dollari nei prossimi giorni.

Al rialzo, un’eventuale rottura sopra i 28.250 dollari, record di ieri, dovrà avvenire con volumi in crescita.

ETH 20201228
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum con la riconquista dei 738 dollari, ad un passo dai 740, ai livelli più alti dal maggio 2018, inizia a gettare le basi per un inizio della altseason

Per Ethereum questa ultima galoppata verso l’alto allontana sempre di più i rischi di una eventuale compromissione negativa del trend che la accompagna dai minimi di metà di marzo e che non ha più trovato nessun timore di inversione. 

Il trend con quest’ultimi rialzi si rafforza in ottica di breve periodo. Si alza la soglia di allerta per una eventuale inversione mensile, con primi allarmi a 630 dollari, a 100 dollari dai valori attuali. Il vero supporto di medio periodo è a 480 dollari, che si rafforza in queste ultime settimane per la protezione da parte degli operatori in opzioni.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.