banner
eToro chiude il trading a leva per le criptovalute
eToro chiude il trading a leva per le criptovalute
Criptovalute

eToro chiude il trading a leva per le criptovalute

By Eleonora Spagnolo - 11 Gen 2021

Chevron down

La piattaforma di trading eToro ha eliminato improvvisamente il trading di criptovalute con leva. Lo ha comunicato ai suoi utenti con una mail che li invitava a mettere al 100% il margine delle posizioni a leva entro venerdì 8 gennaio alle 21.00 GMT, per le posizioni a leva e per i contratti CFD. Altrimenti la posizione sarebbe stata chiusa in automatico indipendentemente dalla posizione in guadagno o in perdita. I fondi “persi” sarebbero stati trasferiti all’account dell’utente. 

Tale scelta ricadrebbe solo sugli utenti europei.

In pratica il solo modo per mantenere la posizione aperta è porre il margine al 100%.

La decisione è stata motivata dal fatto che il mercato è molto volatile e “pericoloso”.

“Crypto è una classe di attività altamente volatile e il trading di crypto con leva può essere altamente pericoloso nelle attuali condizioni di mercato volatili. A causa dell’alta volatilità nei mercati potremmo operare ulteriori cambiamenti dandone un preavviso molto breve”. 

La notizia ha fatto infuriare gli operatori. Secondo quanto riporta Coindesk per l’avvocato sloveno Slavko Vesenjak eToro avrebbe violato il contratto sottoscritto con i suoi clienti:

“Un preavviso di quattro ore prima della chiusura di tutte le posizioni crypto a leva ha fatto sì che le persone si svegliassero nei loro diversi fusi orari vedendo le loro posizioni chiuse”.

Secondo eToro tuttavia la decisione non ha impattato la maggior parte dei clienti. 

Amy Butler, capo del reparto PR di eToro, ha garantito che la piattaforma sta comunque lavorando per dare una risposta alle lamentele che sono arrivate. 

Perché eToro ha eliminato il trading con leva per le crypto

Effettivamente il mercato crypto è in fibrillazione. Bitcoin nei giorni scorsi ha toccato il record sopra i 40.000 dollari, mentre da ieri sera è in pesante calo: è sceso fino a 33.000 dollari, mentre attualmente è quotato a 35.000 dollari. Si tratta comunque di un calo giornaliero del 14% circa. 

Come sempre Bitcoin sta trascinando il resto del mercato che oggi vede per la maggior parte dei casi segnali negativi, con cali anche a doppia cifra, anche del 20% per alcune delle crypto più popolari quali Ethereum (-17%), XRP (-17%), Litecoin (-20%), Bitcoin Cash (-21%).

Con questi numeri è impossibile negare la volatilità che rende il mercato molto pericoloso. Resta il problema per eToro di aver preso una decisione che non ha dato ai suoi trader il tempo di decidere autonomamente.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.