banner
Il rigoroso Gary Gensler a capo della SEC?
Il rigoroso Gary Gensler a capo della SEC?
Regolamentazione

Il rigoroso Gary Gensler a capo della SEC?

By Marco Cavicchioli - 13 Gen 2021

Chevron down

Secondo quanto riferisce Reuters, il nuovo Presidente USA, Joe Biden potrebbe nominare Gary Gensler Presidente della SEC

Il precedente presidente, Jay Clayton, ha lasciato la SEC a fine 2020, e visto che Clayton non era particolarmente favorevole nei confronti delle criptovalute, ci si aspettava che il cambio di presidenza avrebbe potuto ammorbidire le posizioni della SEC a riguardo. 

Ma potrebbe non essere visto così visto che Gensler è conosciuto per le sue posizioni non troppo favorevoli alle crypto.

Seppure quella di Reuters attualmente sia solo un’indiscrezione non confermata, Gary Gensler è già stato un punto di riferimento sotto l’amministrazione Obama, di cui Biden era Vicepresidente, proprio per quanto riguarda la regolamentazione finanziaria. 

Gensler è stato presidente della Commodity Futures Trading Commission (CFTC) dal 2009 al 2014, e da novembre 2020 sta già guidando il piano di transizione del nuovo Presidente per le questioni riguardanti il settore finanziario.

Gary Gensler alla SEC, le sue opinioni sulle crypto

In passato Gensler ha già avuto modo di esprimere le sue opinioni riguardo il mondo crypto, dando la chiara impressione di essere un rigorista che tiene molto alla regolamentazione. 

Ad esempio, nel luglio del 2019 sostenne che la stablecoin di Facebook, Libra, sembrava un veicolo di investimento tanto da dover essere trattato come un security token. A tal proposito tuttavia va detto che da allora il progetto Libra è cambiato, non soltanto nel nome (ora si chiama Diem), ma anche in alcune sue caratteristiche che dovrebbero aver scongiurato il rischio che venga considerato un security token. 

In precedenza, a marzo del 2019, aveva già espresso un parere simile, sostenendo che sarebbero ben pochi i casi in cui un token non sarebbe una security. 

Ripple e la SEC

Queste prese di posizione così rigoriste potrebbero avere conseguenze rilevanti sul mondo crypto, in particolare per quei progetti come XRP sotto esame proprio per la loro presunta natura di security token.

Proprio la SEC qualche settimana fa ha fatto causa contro Ripple accusando l’azienda di aver venduto in passato XRP come se fosse una security, tanto che molti exchange hanno addirittura deciso di sospenderne il trading per il timore che possa essere dichiarato tale.

Questo rischio non riguarda progetti decentralizzati come ad esempio Bitcoin ed Ethereum che non promettono alcun guadagno e che non vengono proposti al mercato come investimenti in grado di produrre profitti, ma altri progetti come XRP invece potrebbero essere a rischio. 

Pertanto non ci sarebbe da stupirsi se, dopo l’eventuale nomina di Gensler, l’atteggiamento della SEC nei confronti delle criptovalute divenisse ancora più rigoroso di quanto non lo sia stato fino ad ora.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.