banner
Bitcoin e Tesla sono bolle: il sondaggio
Bitcoin e Tesla sono bolle: il sondaggio
Bitcoin

Bitcoin e Tesla sono bolle: il sondaggio

By Eleonora Spagnolo - 20 Gen 2021

Chevron down

Bitcoin e Tesla sono delle bolle pronte a esplodere. È questa l’opinione di chi ha risposto ad un sondaggio mensile condotto da Deutsche Bank rivolto agli investitori. 

A preoccupare particolarmente chi ha partecipato all’inchiesta sono proprio Bitcoin e Tesla, protagonisti di rally straordinari nell’anno appena concluso. 

Basti pensare che Bitcoin nel 2020 ha fatto registrare un guadagno del +300% mentre Tesla ha fatto addirittura meglio, con una performance di oltre il +700%.

Secondo quanto riporta Sam Ro, analista di Yahoo Finance, il 25% degli intervistati ritiene che il prezzo di Bitcoin potrebbe raddoppiare, ma il 56% pensa che potrebbe dimezzarsi. Il 19% invece non risponde. 

Per quanto riguarda Tesla, solo il 18% è ottimista e ritiene che le azioni potrebbero raddoppiare, il 62% invece ritiene che il loro prezzo potrebbe dimezzarsi, mentre il 20% dice di non sapere.

Inoltre, alla domanda: “Attualmente, ci sono molte bolle nel mercato finanziario”, il 52% si è detto abbastanza d’accordo, il 37% molto d’accordo, il 6% abbastanza in disaccordo, mentre è totalmente in disaccordo solo l’1%. Un restante 5% ha detto di non essere né in accordo né in disaccordo. 

Ancora più significativo l’ultimo grafico che ha chiesto agli investitori di valutare con una scala da 0 a 10 la possibilità che alcuni asset siano delle bolle. Ebbene, in questa “classifica” spicca proprio Bitcoin, con un punteggio di 8,7. Seguono poi le azioni delle compagnie tech USA, con un punteggio di 7,9. 

Insomma, sembra che gli investitori, almeno quelli consultati dalla banca tedesca, non abbiano fiducia in coloro che hanno dominato il mercato nel 2020: Bitcoin, Tesla e le compagnie tech.

Bitcoin, Tesla e il rischio delle bolle

Ma questa poca fiducia ha dei fondamenti? Per quel che riguarda Bitcoin, ha messo a segno un rally che nelle scorse settimane lo ha portato fino al record storico di 42.000 dollari, ma poi ha ritracciato fino agli attuali 35.500 dollari

Su Bitcoin però pesa da una parte la domanda crescente degli investitori istituzionali, dall’altra l’ingresso di Paypal nel settore, che ha ampliato l’utenza retail (anche se per il momento la compravendita di criptovalute è disponibile solo negli Stati Uniti). Tutte ragioni che dovrebbero sostenere la crescita del prezzo di Bitcoin. 

Tesla invece è in una posizione diversa. Si è presentata come leader del mercato delle auto elettriche, offrendo un prodotto ad alta tecnologia. Tuttavia da quest’anno inizierà a sentire anche la concorrenza. Un possibile avversario potrebbe diventare Apple. Questo fattore potrebbe non piacere agli investitori.

Come sempre il mercato è sovrano e deciderà se gli investitori di Deutsche Bank hanno ragione o meno.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.