banner
Senatore Gasparri: vietare Bitcoin in Italia
Senatore Gasparri: vietare Bitcoin in Italia
Bitcoin

Senatore Gasparri: vietare Bitcoin in Italia

By Eleonora Spagnolo - 25 Gen 2021

Chevron down

Mettere al bando Bitcoin: questa la proposta di Maurizio Gasparri, senatore italiano. Lo ha detto in un tweet postato a seguito di un servizio televisivo andato in onda sabato sera nella popolare trasmissione tv Striscia la Notizia

Striscia la Notizia è un tg satirico. Sabato scorso è stato messo in onda un servizio dal titolo: Bitcoin è un buon investimento? Lo speaker non dava una risposta ma spiegava alcuni dei fattori che muovono il prezzo di Bitcoin, invitando a fare attenzione alle altre criptovalute che invece funzionano solo come network marketing. 

Ad ogni modo per Gasparri non c’è dubbio: i Bitcoin sono pericolosi e vanno vietati:

“I bitcoin sono una roba assurda, chi li usa si condanna da solo. Vanno messi al bando. Lo proporrò in Senato

Questo il suo tweet, che lascia intendere che potrebbe presentare un disegno di legge in tal senso. 

La sua opinione non è nuova, era già stata manifestata un’altra volta. A dicembre 2018 scriveva: 

“Crolla il valore dei Bitcoin, ma guarda un po’… Ma chi si fidava di ‘sta roba? Una buona lezione per gli speculatori che hanno tentato profitti e per i fessi che hanno abboccato…”

Gasparri può riuscire a far vietare i Bitcoin? 

Maurizio Gasparri è uno degli esponenti politici di primo piano nel panorama italiano. Ex ministro delle comunicazioni del governo Berlusconi dei primi anni 2000, è attualmente capogruppo del partito di Forza Italia in Senato. Quello che potrà fare è presentare un disegno di legge, depositarlo in Senato e attendere che l’atto faccia il suo percorso.

Tuttavia essendo un esponente dell’opposizione, dovrà trovare i numeri in maggioranza per far approvare la sua proposta. Ma la maggioranza relativa del parlamento italiano è detenuta dal Movimento 5 Stelle, che invece sembra sempre molto attento al tema blockchain e criptovalute. 

In più, al momento l’Italia sta vivendo una crisi politica che potrebbe portare alla fine anticipata della legislatura con scioglimento del parlamento e nuove elezioni.

Insomma, difficilmente in questo momento storico l’idea di Gasparri può concretizzarsi in un ban vero e proprio.

Nulla esclude però che in una futura legislatura a guida centrodestra (di cui Forza Italia fa parte) questa idea possa essere rispolverata e presentata. A quel punto per Gasparri sarebbe più facile trovare i numeri per farla approvare. Ma al momento è solo fantapolitica.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.