banner
MicroStrategy e Marathon, le società che hanno le riserve in bitcoin
MicroStrategy e Marathon, le società che hanno le riserve in bitcoin
Bitcoin

MicroStrategy e Marathon, le società che hanno le riserve in bitcoin

By Marco Cavicchioli - 26 Gen 2021

Chevron down

MicroStrategy è stata in assoluto la prima grande azienda ad annunciare di aver scelto di tenere le proprie riserve di denaro in bitcoin.

Lo fece addirittura ad agosto 2020, quando il prezzo di BTC era di circa 11.000$. 

MicroStrategy è una società quotata in borsa, quindi è obbligata a comunicare pubblicamente decisioni di questo tipo. 

Allora annunciò di aver di fatto convertito 250 milioni di dollari di riserve in bitcoin, ma nel corso dei mesi seguenti ha incrementato notevolmente i suoi acquisti di BTC sul mercato, arrivando a superare il miliardo di dollari investiti. 

Qualche giorno fa un’altra azienda quotata al Nasdaq, ovvero Marathon Patent Group (MARA), ha annunciato qualcosa di simile, visto che ha convertito 150 milioni di dollari di riserve in bitcoin. 

Perché queste società hanno deciso di sbarazzarsi di quantità così significative di dollari per acquistare bitcoin da detenere come riserva? 

Innanzitutto va detto che sono aziende che hanno una notevole liquidità, ed in particolare una quantità significativa di dollari fermi sui conti correnti come riserva di denaro. 

Nel corso del 2020 è iniziata un’enorme campagna di creazione di dollari, da parte della banca centrale statunitense (la Fed), per far fronte alla crisi economico-finanziaria in conseguenza del lockdown dovuto alla pandemia, e ciò ha portato ad una forte recrudescenza dei timori di inflazione. 

A dire il vero timori di questo tipo circolavano già da tempo, ma la decisione senza precedenti della Fed non ha fatto altro che acuirli. 

Microstrategy e MARA: Bitcoin come riserva di valore

A questo punto le aziende che detengono quantità significative di dollari fermi sui conti correnti come riserve di liquidità si pongono la doverosa preoccupazione di una possibile forte perdita di valore di queste riserve. 

Solitamente in questi casi la soluzione sarebbe quella di sbarazzarsi della liquidità ed investire in asset il cui valore potrebbe essere al riparo dall’inflazione, ma grazie a bitcoin è possibile farlo senza doversi di fatto sbarazzare della liquidità, ma solamente conservandola in un altra moneta (BTC) al posto che in dollari (USD). 

Sebbene ciò comporti non pochi rischi, vista la volatilità del valore di bitcoin, il fatto di poter continuare a mantenere le proprie riserve molto liquide, semplicemente in un’altra moneta, rende questa scelta preferibile per le aziende maggiormente disposte a prendersi dei rischi. Ed è per questo motivo probabilmente che sia MicroStrategy che Marathon hanno deciso di investire cifre così importanti in BTC.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.