MicroStrategy adotta Bitcoin come riserva primaria
MicroStrategy adotta Bitcoin come riserva primaria
Bitcoin

MicroStrategy adotta Bitcoin come riserva primaria

By Marco Cavicchioli - 12 Ago 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

MicroStrategy ha annunciato ufficialmente di aver adottato Bitcoin come riserva primaria.

La società è quotata al Nasdaq con il simbolo MSTR, ed è la più grande società indipendente di business intelligence quotata in borsa, con quasi 2.400 dipendenti. 

L’annuncio rivela anche che ha acquistato 21.454 BTC per un totale di circa 250 milioni di dollari, comprese commissioni e spese, in conformità alla propria strategia di allocazione del capitale già annunciata con la pubblicazione dei risultati finanziari del secondo trimestre 2020, il 28 luglio 2020. 

I servizi di MicroStrategy, fondata nel 1989, sono utilizzati da molti brand inclusi nella classifica Fortune Global 500, tanto che la società ha chiuso il 2019 con 486 milioni di dollari di fatturato e 34 milioni di utile. 

Il CEO di MicroStrategy Incorporated, Michael J. Saylor, ha dichiarato: 

“Il nostro investimento in Bitcoin fa parte della nostra nuova strategia di allocazione del capitale, che cerca di massimizzare il valore a lungo termine per i nostri azionisti. Questo investimento riflette la nostra convinzione che Bitcoin, in quanto criptovaluta più adottata al mondo, sia una riserva di valore affidabile e un asset di investimento attraente con un potenziale di apprezzamento a lungo termine maggiore rispetto alla detenzione di liquidità. Fin dal suo inizio oltre un decennio fa, Bitcoin è emerso come un’aggiunta significativa al sistema finanziario globale, con caratteristiche utili sia agli individui che alle istituzioni. MicroStrategy ha riconosciuto Bitcoin come una risorsa di investimento legittima che può essere superiore al contante e di conseguenza ha reso Bitcoin l’asset principale nella sua strategia di riserva di valore”. 

La strategia di Microstrategy con Bitcoin

Saylor ha anche spiegato che la società ha impiegato mesi per elaborare la nuova strategia di allocazione del capitale, e la scelta di bitcoin è stata guidata da una confluenza di fattori macro che stanno influenzando il panorama economico globale, e quello aziendale, in particolare riguardo i rischi a lungo termine riguardanti il proprio programma di tesoreria aziendale. 

Alla fine la società è giunta alla conclusione che fattori come la crisi economica e della salute pubblica, le misure di stimolo finanziario governativo, gli allentamenti quantitativi (QE), e l’incertezza politica ed economica globale potrebbero avere un significativo effetto di deprezzamento sul valore reale a lungo termine delle valute fiat e di molti altri tipi di asset convenzionali. 

Nel considerare le alternative, MicroStrategy ha analizzato le proprietà distintive di Bitcoin, arrivando infine a credere che investire in BTC potrebbe fornire non solo una ragionevole copertura contro l’inflazione, ma anche la prospettiva di ottenere un rendimento maggiore rispetto ad altri investimenti. 

A tal proposito Saylor ha commentato dicendo: 

“Troviamo che l’accettazione globale, il riconoscimento del brand, la vitalità dell’ecosistema, il dominio della rete, la resilienza architettonica, l’utilità tecnica e l’etica della comunità di Bitcoin siano una prova convincente della sua superiorità come asset class per coloro che cercano una riserva di valore a lungo termine. Bitcoin è l’oro digitale: più duro, più forte, più veloce e più intelligente di qualsiasi denaro che lo abbia preceduto. Ci aspettiamo che il suo valore aumenti con i progressi della tecnologia, l’adozione in espansione e l’effetto di rete che ha alimentato l’ascesa di così tanti category killer nell’era moderna”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.