banner
Problemi tecnici per eToro e Robinhood
Problemi tecnici per eToro e Robinhood
Criptovalute

Problemi tecnici per eToro e Robinhood

By Marco Cavicchioli - 28 Gen 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Le due piattaforme per fare trading di criptovalute eToro e Robinhood hanno avuto problemi tecnici durante il calo di ieri. 

Infatti il 27 gennaio 2020 c’è stato un brevissimo ritracciamento, durato poco più di due ore, durante il quale il prezzo di bitcoin è prima sceso da 30.500$ a 29.300$ in poco più di mezz’ora, e poi è tornato a circa 31.000$ nell’ora successiva. 

Il calo è stato caratterizzato da massicci volumi di scambio, in linea con quelli del calo simile del 22 gennaio.

Questi volumi indicano un’attività molto intensa e concentrata nel tempo da parte dei trader, ed è forse per questo che alcune piattaforme hanno avuto problemi.

Nei giorni in cui si registrò il prezzo massimo storico di bitcoin, ovvero 42.000$ nella prima metà di gennaio, alcuni exchange crypto avevano avuto problemi simili, dovuti proprio all’incredibile e repentino aumento degli utenti attivi. 

Questa volta invece è toccato a due piattaforme che consentono il trading di molte asset class differenti, tra cui anche bitcoin. Tuttavia vista la concomitanza con il calo repentino del prezzo di BTC, è possibile che sia quest’ultimo ad aver generato i disservizi.

eToro, Robinhood e i problemi sulle piattaforme di trading

Ieri eToro ha scritto su Twitter

“Siamo consapevoli che alcuni utenti non sono in grado di chiudere posizioni su eToro.

Stiamo lavorando per risolvere questo problema rapidamente e nel frattempo puoi chiudere le posizioni esistenti tramite https://offlinemode.etoro.com. 

Ci scusiamo per il disagio e ti ringraziamo per la pazienza”. 

Invece Robinhood, sempre ieri, ha scritto sul suo status

“Stiamo riscontrando problemi con il trading crypto. Stiamo lavorando per risolverli il prima possibile”. 

Sebbene in entrambi i casi non vi sia stata alcuna ammissione ufficiale, è decisamente probabile che i problemi possano essere una conseguenza degli elevati volumi di scambio generati dal calo di bitcoin. 

Tra l’altro alcuni utenti Twitter hanno riferito di problemi simili anche su Revolut e Trading 212, pertanto è piuttosto improbabile che si tratti di problemi isolati e scollegati tra di loro. Da notare tuttavia che gli exchange esclusivamente crypto ieri pare non abbiano subito la stessa sorte. 

Va però detto che in questi giorni c’è parecchia attività anche sui mercati azionari, pertanto è possibile che l’incremento improvviso dei volumi di scambio sulle criptovalute abbia causato problemi solamente a quegli exchange che consentono anche il trading di azioni.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.