banner
50 cent ha investito in bitcoin?
50 cent ha investito in bitcoin?
Bitcoin

50 cent ha investito in bitcoin?

By Marco Cavicchioli - 11 Feb 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il noto rapper americano 50 cent nel 2014 ricevette 700 bitcoin grazie alla vendita del suo album Animal Ambition. 

Infatti allora fu il primo artista musicale noto ad aver deciso di accettare pagamenti in bitcoin per l’acquisto di un suo album. In totale da quelle vendite per l’appunto incassò 700 BTC. 

All’epoca il prezzo di BTC era di circa 650$, pertanto l’incasso fu di circa 450.000$, ma non si sa se abbia deciso di tenerli o di venderli. 

Se avesse deciso di non venderli, e li possedesse ancora, ora varrebbero 31,5 milioni di dollari: in sette anni ci avrebbe guadagnato il 6.900% qualora si fosse limitato ad holdarli. 

Tuttavia l’artista non ha mai rivelato con precisione cosa ci abbia fatto con quei 700 BTC, e non è affatto improbabile che li abbia venduti. 

La truffa su Bitcoin che usa il nome di 50 Cent

Il suo nome però ultimamente è stato coinvolto nell’ennesima bufala che cerca di promuovere una truffa. 

Infatti spesso il nome delle celebrity viene sfruttato senza il loro consenso per promuovere notizie false che pubblicizzano veri e propri tentativi di truffa.

In questo caso specifico però una particolarità c’è: 50 cent in passato ha realmente posseduto bitcoin. Questo però non significa affatto che abbia guadagnato enormi somme con improbabili software che promettono di produrre enormi guadagni con investimenti di poche centinaia di dollari. 

Questo genere di notizie sono delle vere e proprie bufale che servono per l’appunto per ingannare gli ingenui che pensano di poter diventare milionari investendo poche centinaia di dollari.

Purtroppo di queste iniziative ne circolano in continuazione, e le forze dell’ordine non riescono a fermarle. 

Spesso oltretutto sfruttano anche nomi di celebrity che non hanno mai avuto a che fare con bitcoin o con le criptovalute, risultando così più facili da individuare. Altre volte invece sono più subdole, perché utilizzano nomi di celebrity che risultano in qualche modo essere coinvolte con questi nuovi asset finanziari. 

Ad esempio altri musicisti che si sono lasciati coinvolgere a vario titolo in progetti crypto sono Akon, Lil Yachty e Soulja Boy, mentre di recente ad esempio Lindsay Lohan sta sostenendo esplicitamente Bitcoin. 

In futuro è probabile che sempre più artisti si lascino coinvolgere, rendendo più difficile distinguere le menzogne dalla realtà, quando si tratterà di dover capire quanto uno di loro sia veramente coinvolto, e su quali progetti. 

Resta il fatto che chiunque prometta guadagni elevati con le criptovalute, in poco tempo, senza sforzo e senza rischio in realtà mente.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.