Bitcoin: attenzione alle perdite, qui i livelli da monitorare
Bitcoin: attenzione alle perdite, qui i livelli da monitorare
Trading

Bitcoin: attenzione alle perdite, qui i livelli da monitorare

By Federico Izzi - 26 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il rialzo delle ultime ore di Bitcoin prova a limitare le perdite dell’intera settimana, la seconda consecutiva in negativo, a meno di sorprese che durante il weekend riportino i prezzi di Bitcoin oltre i 57.000 dollari. 

Se invece la chiusura di domenica sera non dovesse avvenire sopra i 56.000 dollari si tratterebbe della settimana più negativa dell’ultimo mese

Tensioni per la scadenza delle opzioni su Bitcoin

La settimana difficile è stata caratterizzata dall’attesa della prima vera scadenza trimestrale delle opzioni che registra, con oltre 118.000 Bitcoin, pari a un controvalore di oltre 6 miliardi di dollari, una delle scadenze con il volume di affari più elevato di sempre. 

Come già accaduto nel passato, questa scadenza non sembra stia incidendo sulle quotazioni del Bitcoin, ma sarà da attendere il fine settimana e la giornata di lunedì per valutare dove gli operatori decideranno di spostare le strategie dopo la chiusura dei contratti scaduti oggi. 

coin360 20210326
Fonte: COIN360.com

Nelle ultime 24 ore sono aumentate le tensioni sull’intero settore, in particolare si guarda al Bitcoin che rimane il faro per il resto del mercato. 

XRP 20210326

In controtendenza continua a muoversi Ripple (XRP), che nella giornata di oggi mette a segno uno dei migliori rialzi tra le big, sfiorando una salita del 10% e prezzi che si riportano oltre i 55 centesimi di dollaro. 

Ripple è in controtendenza anche su base settimanale, rispetto alle principali criptovalute, con una salita del 20% circa dai prezzi di venerdì scorso.

Tra le big su base settimanale fa meglio solo THETA che sfiora un rialzo di circa il 50% su base settimanale. 

La migliore di giornata è Flow che sale del 30% e torna sopra i 30 dollari anche se la tendenza dall’inizio del mese è debole dopo che il 4 marzo è stato toccato il record assoluto di 41 dollari. 

Tornano a scendere i volumi, in calo di oltre il 20% e tornano sotto i 400 miliardi di dollari nelle ultime 24 ore. Il Bitcoin mantiene la media scambi dell’ultima settimana con oltre 11 miliardi scambiati nelle ultime 24 ore. 

Il market cap totale è sotto i 1.700 miliardi di dollari, con Bitcoin che tenta di recuperare nuovamente i 1.000 miliardi, livello abbandonato negli ultimi due giorni. La settimana si chiude con la dominance del Bitcoin sotto il 60%, il livello più basso da ottobre. Ethereum si difende mantenendo l’11% di quota di mercato. 

DeFiPulse 20210326

Dopo le tensioni di ieri, si stabilizza attorno ai 40 miliardi di dollari il totale del valore bloccato sui progetti di finanza decentralizzata. 

Tra gli exchange decentralizzati, Uniswap continua a mantenere la leadership con oltre il 60% degli scambi. Se si dovesse mantenere la media scambi degli ultimi giorni, il mese di marzo con meno di 55 miliardi di dollari, sarebbe il mese con il più basso volume di scambi dall’inizio dell’anno.

BTC 20210326
Grafico Bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC), perdite da monitorare

Le perdite di mercoledì scorso che hanno portato il prezzo a rompere i 54.000 dollari fanno scattare il primo segnale di debolezza dopo circa due mesi di rialzi, un movimento che pur allineato alla chiusura del ciclo bimestrale arriva in ritardo. 

Bisognerà capire dalla prossima settimana se il ciclo bimestrale il precedenza dato quasi per spacciato sia ancora valido, oppure se si è entrati nella fase ciclica caratterizzata dalla debolezza. 

Per il weekend è importante per i prezzi non spingersi sotto i 50.000 dollari, livello da monitorare per l’inizio della prossima settimana, con la chiusura del mese di marzo. 

ETH 20210326
Grafico Ethereum by Tradingview

Ethereum (ETH)

Ethereum difende con i denti il supporto dinamico dei 1.550 dollari che coincide con la trendline dinamica rialzista. Nei prossimi due giorni del weekend Ethereum dovrà difendere questo supporto per non rischiare affondi sotto i 1.400 dollari. 

Un ritorno sopra i 1.700  dollari, livello distante di circa il 10% dai valori attuali potrebbe attirare nuovamente gli acquisti che per Ethereum latitano da più di due settimane. 

Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.