HomeBlockchainRipple si espande nelle Filippine in partnership con Novatti

Ripple si espande nelle Filippine in partnership con Novatti

Novatti Group si unisce al sistema di pagamento transfrontaliero di Ripple e della sua rete Ripplenet, adottando XRP come valuta. 

Lo ha annunciato Ripple ed è il proseguo di un accordo stretto nel dicembre 2020. 

Novatti è un’azienda che si occupa di soluzioni di pagamento. L’accordo tra Ripple e Novatti si occuperà inizialmente degli scambi tra Australia e Filippine tramite il provider iRemit.   

La scelta risponde al fatto che le Filippine sono il terzo paese asiatico per quantità di rimesse grazie ai tanti filippini che dall’estero inviano i loro soldi a casa. Solo nel 2020, nonostante la pandemia, nelle Filippine sono arrivati 33,19 miliardi di dollari da altri paesi. Tuttavia, i costi di commissione e i tempi rendono difficoltoso questo processo. 

La partnership tra Ripple e Novatti

Per questo Novatti ha deciso di ricorrere a RippleNet facilitando i sistemi di pagamento, rendendoli anche più scalabili, sfruttando il servizio On-Demand Liquidity (ODL). 

ODL garantirà pagamenti transfrontalieri istantanei senza la necessità di prefinanziamento. Infatti per le transazioni transfrontaliere solitamente sono richiesti conti corrente del rimettente e del destinatario nella valuta locale, con conseguenti spese di transazioni, tempi di attesa e nessuna possibilità di controllare lo stato delle transazioni.

Utilizzando XRP si abbattono sia i costi sia i tempi, generando significativi risparmi e in definitiva, rendendo più efficace l’intero sistema. 

La mission di Ripple

Per RippleNet si va così ad allargare la rete dei partner e i paesi in cui opera. Al momento infatti Ripple vanta collaborazioni con istituzioni finanziarie di oltre 55 paesi e lavora per espandere ulteriormente sia il suo mercato, garantendo una migliore esperienza. 

La partnership con Novatti è un’ottima notizia anche per XRP che allarga i suoi orizzonti. 

Nel frattempo il prezzo della criptovaluta oggi è in ritracciamento, con una perdita dell’8% rispetto a ieri. Va detto che questo ritracciamento era atteso, dal momento che Ripple è stata protagonista di una vera e propria scalata che l’ha riportata per la prima volta dopo 3 anni sopra i 2 dollari. Solo in questa settimana, il guadagno messo a segno è di circa il 90%.

È probabile che, crescendo la rete di RippleNet, crescerà anche l’uso di XRP e questo non potrà che avere ripercussioni positive sul prezzo. 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo
Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS