banner
Dan Held, Kraken: la bull run di Bitcoin stavolta è diversa
Dan Held, Kraken: la bull run di Bitcoin stavolta è diversa
Bitcoin

Dan Held, Kraken: la bull run di Bitcoin stavolta è diversa

By Eleonora Spagnolo - 3 Mag 2021

Chevron down

Per Dan Held, growth lead dell’exchange Kraken, questa bull run di Bitcoin è diversa. Lo ha detto durante il podcast What Bitcoin Did.

Secondo l’esponente di Kraken, siamo nella consueta bull run che segue gli halving di Bitcoin, ma questa volta, rispetto alle precedenti, lo scenario è diverso. 

In primis nelle precedenti bull run non c’era una pandemia in corso, non c’era la crisi economica, non c’erano i governi che stampavano miliardi di dollari.

Per questo, sostiene, questa volta siamo in presenza di qualcosa di mai visto e pertanto la storia potrebbe non ripetersi. Ma il condizionale è d’obbligo.

Le previsioni sul prezzo di Bitcoin secondo il Growth lead di Kraken   

Secondo Dan Held c’è molta attesa e molta convinzione sul fatto che il prezzo di Bitcoin potrebbe salire ancora. Potrebbe arrivare a 300.000 dollari, e moltiplicarsi di tre volte fino ad arrivare ad un milione di dollari. E poi cosa accadrebbe? Ci sarebbe un bear market, o un crypto winter, ma questa volta l’inverno potrebbe essere molto meno freddo.

Nel 2017 infatti Bitcoin prima toccò i 20.000 dollari, poi perse l’80% del suo valore scendendo fin sotto i 4.000 dollari nel marzo 2020. Stavolta le cose potrebbero andare diversamente: secondo l’esponente di Kraken potrebbe anche accadere che il prezzo di Bitcoin resti piatto per un paio di anni. Non precipiterà, semplicemente potrebbe smettere di salire. 

“Tutti predicono che ci sarà lo stesso calo dell’80% dell’ultima bull run, io penso che forse può succedere ma ci sono un sacco di cose che sono differenti in questo ciclo”. 

Si tratta ovviamente di una previsione, e come specifica Dan Held, non è detto che si realizzerà, per cui va presa con la giusta precauzione.

Tanto che, in un passo successivo dell’intervista, non esclude che si possa ripetere lo stesso scenario del 2017: Bitcoin potrebbe salire, in un range che stima compreso tra 100.000 e 300.000 dollari, e poi crollerà di nuovo dell’80% del suo valore. Questo vorrebbe dire che il “super cycle” come l’ha chiamato, non c’è stato. Ma, dice:

“È certamente uno spettro dei potenziali sviluppi, è uno dei possibili”. 

Così come ipotizza un “minor bear market” se Bitcoin raggiungesse gli 80.000 dollari per poi lateralizzare per tutto il 2022. 

Insomma, pur con la dovuta cautela, la certezza da queste parole è che il prezzo di Bitcoin è destinato a salire ancora. Ma non è dato sapere fin dove, e cosa accadrà dopo. 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.