banner
Vitalik Buterin dona $ 1 miliardo in Shiba Inu
Vitalik Buterin dona $ 1 miliardo in Shiba Inu
Altcoin

Vitalik Buterin dona $ 1 miliardo in Shiba Inu

By Eleonora Spagnolo - 13 Mag 2021

Chevron down

Vitalik Buterin ha donato 1 miliardo di dollari in Shiba Inu (SHIB) all’India’s Crypto Covid Relief Fund. 

Si tratta di una delle donazioni più ingenti nel mondo delle criptovalute. Nello specifico Vitalik ha donato oltre 50.000 miliardi di Shiba Inu che l’associazione ha intenzione di liquidare di modo che potrà investirli per i suoi scopi benefici. 

Vitalik Buterin fa crollare il prezzo di Shiba Inu

La donazione ha avuto però un effetto terremoto sul prezzo di Shiba che oggi perde circa il 40%. Nei giorni scorsi la coin era salita di molto, grazie al listing su Binance e Kucoin. Questo ha generato un hype, finché la transazione di Vitalik non ha fatto crollare il valore del token. Era noto comunque che Vitalik Buterin fosse una delle “balene” di Shiba Inu, la criptovaluta che punta ad uccidere Dogecoin e che però non ha un reale caso d’uso. 

Adesso la community di Crypto Covid Relief sta studiando un modo per convertire i fondi senza causare problemi agli investitori di Shiba che per la verità, un po’ preoccupati lo sono visto che il prezzo si è praticamente dimezzato. 

Potrà probabilmente investire la donazione di Buterin e le altre ricevute per acquistare il materiale necessario per gli ospedali. Già nei giorni scorsi aveva ricevuto una maxi donazione in Dogecoin, circa 5 milioni di DOGE, convertiti in 2,9 milioni di USDT. È probabile che seguirà lo stesso procedimento con Shiba Inu per poi poter investire per i suoi scopi benefici e dare sollievo alla comunità indiana

Ad ogni modo questa non è la sola donazione di Vitalik Buterin all’organizzazione indiana. Ieri avrebbe donato 500 ETH (circa 2 milioni di dollari). 

Il Covid-19 in India

L’India è uno dei paesi maggiormente colpiti attualmente dai contagi di Covid 19. La “variante indiana” continua a diffondersi e il paese è in seria difficoltà. Solo ieri si sono registrati ben 4 mila morti. È una situazione che sta diventando esplosiva, con cadaveri che emergono persino dal Gange, l’andamento della campagna vaccinale che stenta a decollare, la difficoltà degli ospedali di riuscire a curare ed assistere i malati. 

Il fatto che il governo continui a non voler imporre il lockdown non sta aiutando nel tenere a freno i contagi. 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.