banner
Tim Berners-Lee vende il World Wide Web come NFT
Tim Berners-Lee vende il World Wide Web come NFT
Digital Art Rights

Tim Berners-Lee vende il World Wide Web come NFT

By Redazione Digital Art Rights - 17 Giu 2021

Chevron down

E’ il 1989 quando l’informatico britannico Tim Berners-Lee ha inventato il World Wide Web in un momento che ha cambiato il mondo per sempre. Dal 23 al 30 giugno, Sotheby’s mette all’asta il primo codice sorgente di questo grande momento storico che ha cambiato per sempre il mondo.

L’asta ha tutte le carte in regola per essere iconica, a partire proprio dal titolo: “This Changed Everything”, un NFT che include la documentazione fondamentale, con data e ora della creazione di Internet da parte di Berners-Lee.

La casa d’aste Sotheby’s non accenna ad arrestare la corsa all’ultimo NFT, proponendo ogni mese nel proprio calendario e ininterrottamente aste di Non Fungible Token; e questa volta propone quello che è stato definito: il primo artefatto digitale ad essere messo all’asta, dando quindi a una serie quasi 10.000 righe una valenza artistica e collezionabile.

Tim Berners-Lee NFT

L’NFT di Tim Berners Lee: cosa offre il lotto?

L’NFT è composto da quattro elementi: 

  • i file originali con data e ora contenenti il ​​codice sorgente scritto da Berners-Lee, 
  • un video di 30 minuti delle quasi 10.000 righe di codice in animazione, 
  • una lettera scritta dall’informatico britannico che riflette sul codice e sul processo di creazione,
  • un “poster” digitale del codice completo creato da Lee dai file originali utilizzando Python. 

Le righe di codice a cui fa riferimento l’NFT includono implementazioni dei tre linguaggi e protocolli inventati da Tim Berners-Lee che rimangono oggi fondamentali per il World Wide Web: HTML (Hypertext Markup Language), HTTP (Hypertext Transfer Protocol) e URI (Uniform Resource Identifiers), nonché documenti HTML originali che hanno insegnato ai primi utenti del Web come utilizzare l’applicazione.

Sull’asta Berners-Lee ha dichiarato: 

Tre decenni fa ho creato qualcosa che, con il successivo aiuto di un enorme numero di collaboratori in tutto il mondo, è stato un potente strumento per l’umanità. Per me, la cosa migliore del web è stato lo spirito di collaborazione. Anche se non faccio previsioni sul futuro, spero sinceramente che il suo utilizzo, conoscenza e potenziale rimangano aperti e disponibili a tutti noi per continuare a innovare, creare e avviare la prossima trasformazione tecnologica, che non possiamo ancora immaginare. Gli NFT, che si tratti di opere d’arte o di un artefatto digitale come questo, sono le ultime creazioni ludiche in questo regno e il mezzo di proprietà più appropriato che esista. Sono il modo ideale per confezionare le origini dietro il web”.

Il “WorldWideWeb” è stato il primo browser ipermediale, scritto da Berners-Lee utilizzando un computer NeXT progettato da Steve Jobs tra il 1985 e il 1997, quando fu costretto a lasciare Apple. Da allora, l’invenzione di Berners-Lee ha generato oltre 1,7 miliardi di siti Web utilizzati da circa 4,6 miliardi di persone in tutto il mondo. Il concetto originale di Berners-Lee era quello di creare un’applicazione completamente decentralizzata e ad accesso aperto che potesse essere utilizzata da chiunque e ovunque.

Cassandra Hatton, capo globale della divisione scienza e cultura pop di Sotheby’s, si è detta entusiasta del lotto, dichiarando: 

Negli ultimi secoli l’umanità ha visto una successione di cambiamenti di paradigma che ci hanno portato avanti nell’era moderna: la prova dell’eliocentrismo di Galileo, l’invenzione della stampa di Gutenberg e la teoria della relatività di Einstein per citarne solo alcune, ma nessuna ha avuto l’impatto sismico sul nostro quotidiano come la creazione del World Wide Web”.

Non resta che aspettare fino al 30 di giugno per scoprire a quanto arriveranno le offerte per il lotto.

Redazione Digital Art Rights
Redazione Digital Art Rights

Art Rights, prima piattaforma per la gestione, valorizzazione e certificazione delle opere d'arte digitali e fisiche in Blockchain supporta Artisti, Collezionisti e Operatori del settore. In esclusiva per The Cryptonomist, la Redazione Digital di Art Rights Magazine ti racconta il mondo dell’arte come nessuno ha mai fatto, con le novità del mondo Digital, Crypto e NFT tra notizie, mercato e protagonisti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.