John McAfee: confermato il suicidio in carcere
John McAfee: confermato il suicidio in carcere
Criptovalute

John McAfee: confermato il suicidio in carcere

By Amelia Tomasicchio - 23 Giu 2021

Chevron down

E’ di poche ore fa la notizia ormai purtroppo confermata: John McAfee si è suicidato in prigione all’età di 75 anni.

Il fondatore dell’antivirus McAfee, anche famoso nel mondo crypto come influencer e coinvolto in diversi progetti crypto è stato oggi trovato morto nella sua cella a Barcellona in cui era ormai da diversi mesi.

McAfee era stato arrestato lo scorso ottobre, poiché ricercato dalle autorità degli Stati Uniti per presunta evasore fiscale. Proprio oggi il tribunale spagnolo dell’Audiencia Nacional aveva dato l’ok all’estradizione negli Stati Uniti.

Pochi giorni fa McAfee aveva scritto sui social di non detenere più nessuna criptovaluta, mentre tutti gli altri suoi beni gli erano stati confiscati dalle autorità competenti.

Nel gennaio scorso a McAfee erano stati negati gli arresti domiciliari nonostante i suoi problemi di salute e la sua età. I giudici in quella occasione avevano espresso timori per paura che McAfee avrebbe potuto approfittare della cosa per scappare. Nel frattempo McAfee aveva perso 15 chili ed aveva problemi interni che i medici del carcere non avevano saputo trattare adeguatamente.

The Cryptonomist aveva intervistato diverse volte McAfee e si unisce al cordoglio di tutta la famiglia di John McAfee e di tutti i suoi follower e amici.

R.I.P.

Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e Business Developer di Huobi per il mercato italiano.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.