banner
News su John McAfee: negati gli arresti domiciliari
News su John McAfee: negati gli arresti domiciliari
Criptovalute

News su John McAfee: negati gli arresti domiciliari

By Alfredo de Candia - 4 Gen 2021

Chevron down

La moglie di John McAfee ha aggiornato gli utenti sulle ultime news di suo marito e sulla incarcerazione in Spagna in cui si trova da ben 90 giorni a seguito di problemi col fisco.

McAfee fu arrestato agli inizi di ottobre del 2020 dalle autorità spagnole, precisamente a Barcellona, in quanto fermato a seguito della causa promossa dalla SEC nei suoi confronti perché avrebbe incassato denaro grazie a raccomandazioni false e fuorvianti su alcune ICO (Initial Coin Offering).

La detenzione in Spagna prosegue da ben 90 giorni e ha lo scopo di trattenerlo fino alla sua estradizione negli Stati Uniti, dove dovrà subire il processo a suo carico. La detenzione, come abbiamo appreso dalla moglie Janice, lo sta però debilitando.

Nell’ultimo aggiornamento, sempre da parte della moglie, vediamo una donna preoccupata per suo marito, che si scusa con gli utenti se i social media non sono in cima alle sue priorità, visto che la condizione di John continua a peggiorare così come il suo peso che continua a scendere. Una situazione preoccupante visto la sua età, in quanto a settembre ha compiuto ben 75 anni.

Interessante una nota riguardo il suo compagno di cella, “the chatty Italian” con il quale ha scambiato qualche parola in spagnolo, augurandogli buon anno e promettendole che tutto andrà per il meglio.

News dai legali per John McAfee

Inoltre, secondo le ultime news, la documentazione a suo carico sarebbe ora arrivata e con gli avvocati si cercherà di capire i capi d’accusa nei suoi confronti ed i potenziali problemi o risarcimenti che dovrà sborsare in caso di sconfitta.

Altro aspetto che la moglie sottolinea è quello riguardo la detenzione del marito, perché nonostante John McAfee abbia già parlato con i giudici sulla questione, e risposto a tutte le loro richieste, quindi con una collaborazione totale, gli è stata negata la possibilità di continuare la sua detenzione agli arresti domiciliari, cosa che sicuramente gioverebbe alla sua salute.

Ma i giudici hanno espresso timori su questa decisione perché lo stesso potrebbe approfittare della cosa per scappare altrove, anche se la cosa sarebbe difficile viste le misure attuali di restrizione imposte dalla pandemia.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.