banner
Alcune altcoin più bullish di bitcoin
Alcune altcoin più bullish di bitcoin
Altcoin

Alcune altcoin più bullish di bitcoin

By Marco Cavicchioli - 25 Giu 2021

Chevron down

In questo momento ci sono alcune altcoin che mostrano segnali bullish maggiori di quelli di bitcoin. 

Lo rivela Santiment, che fa notare come nelle ultime settimane di sofferenza sui mercati crypto bitcoin ha dominato i mercati, ma questo dominio momentaneo potrebbe terminare. 

Infatti nelle ultime settimane il prezzo di bitcoin ha resistito meglio di quello di molte altcoin, tanto che dal picco minimo del 19 maggio non ha fatto altro che lateralizzare oscillando tra 30.000$ e 40.000$, con rare eccezioni, per più di un mese di fila. 

Invece il prezzo di molte altcoin ha continuato a deprezzarsi, tanto che la dominance di BTC è cresciuta dal picco minimo annuale del 38%, toccato proprio il 19 maggio, all’attuale 45%, in particolare con una crescita pressoché costante nelle ultime due settimane. 

Ad esempio la dominance di Ethereum nelle ultime due settimane invece è scesa dal 18% al 16%, mostrando chiaramente come in questa fase BTC abbia performato meglio di ETH e di molte altcoin. 

Tuttavia alcuni indicatori suggeriscono che questo trend potrebbe essere in procinto di cambiare. 

Perché le altcoin potrebbero tornare a crescere rispetto a Bitcoin

In particolare Santiment ha calcolato il rapporto di molte altcoin tra le attività non-deposit e deposit sulla blockchain. 

Da questo rapporto si evince che le recenti attività di deposito di alcune criptovalute sono nettamente superiori alla media degli ultimi 90 giorni. 

Se tratta di un parametro che cambia anche di molto da moneta a moneta, tanto che ad esempio per Bancor è molto alto, mentre per Raden Network è molto basso. 

Nel complesso è impossibile determinare un trend generale, perché vi sono molte altcoin con valori positivi di questo parametro, e molte altre con valori negativi, ma ve ne sono diverse che hanno valori positivi decisamente elevati in questo momento. 

Pertanto non tutte le altcoin stanno dando segnali bullish, ma al tempo stesso non sono poche quelle che li stanno dando. 

È possibile che ciò significhi che non tutte le altcoin siano pronte a ripartire sui mercati crypto, ma che ve ne siano diverse pronte a farlo. 

Ad esempio sempre Santiment fa notare che il sentiment su Twitter nei confronti di Ethereum è sceso ai livelli più bassi addirittura da giugno 2018, anche a causa del fatto che nei momenti di difficoltà l’interesse sui mercati crypto tende a spostarsi su Bitcoin. 

Inoltre fa notare che, in realtà, il FUD (Fear, Uncertainty and Doubt) è ancora alto anche per quanto riguarda Bitcoin, ed i trader temono che il prezzo di BTC possa tornare nuovamente sotto i 30.000$.

Tuttavia aggiungono: 

“I mercati si muovono nella direzione opposta rispetto alle aspettative della folla”.  

In altri termini la situazione rimane complessa, e di difficile lettura, ma non vi sono solamente segnali bearish. In questo momento probabilmente non vi è un predominio di segnali bearish o bullish, ma la situazione sta cambiando rispetto a quella delle ultime due settimane.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.