banner
Il primo ETP su bitcoin carbon neutral
Il primo ETP su bitcoin carbon neutral
Bitcoin

Il primo ETP su bitcoin carbon neutral

By Marco Cavicchioli - 2 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Oggi ETC Group ha annunciato il lancio del primo ETP su bitcoin carbon neutral.

Infatti ETC Group compenserà l’impronta di carbonio di BTCE, ovvero il suo ETP su bitcoin di punta, con crediti di carbonio di alta qualità selezionati, così da compensare le emissioni di CO2e associate alle attività di mining di bitcoin relative a BTCE.

La società rivela anche che questi crediti di carbonio sosterranno progetti curati e gestiti da alcuni dei gruppi climatici e di conservazione più rispettati al mondo. 

ETC Group finanzierà progetti a protezione della natura, come per il sequestro dell’anidride carbonica e per le energie rinnovabili, in modo da compensare così tutte le sue emissioni legate a BTCE. 

Inoltre entrerà a far parte del Crypto Climate Accord, un gruppo che cerca attivamente di spostare l’intero settore delle criptovalute verso attività di mining a basse emissioni di carbonio, con l’obiettivo di azzerarle entro il 2040.

In questo modo BTCE (ETC Group Physical Bitcoin) sarà il primo ETP (Exchange Traded Product) su bitcoin a compensare la propria impronta di carbonio. 

BTCE è l’ETP garantito fisicamente su bitcoin più scambiato in Europa, sull’exchange tedesco Deutsche Börse XETRA fin da giugno 2020, ed è stato anche il primo ETP crypto approvato dal regolatore tedesco BaFin.

Il co-fondatore e CEO di ETC Group, Bradley Duke, ha dichiarato: 

“Le aziende che beneficiano di criptovalute come bitcoin hanno ragione ad adottare misure significative per affrontare le preoccupazioni sul clima. Siamo lieti di vedere che i miner di bitcoin stanno acquistando sempre più elettricità rinnovabile, ma noi di ETC Group riteniamo che sia importante fare di più ed agire ora. Ecco perché abbiamo lanciato la nostra iniziativa per calcolare l’impronta di carbonio del nostro prodotto su bitcoin e compensarla con progetti di alta qualità curati e monitorati da alcune delle società per il clima più rispettate al mondo”.

L’impatto dell’ETP su Bitcoin carbon neutral

ETC Group è specializzata nello sviluppo di prodotti innovativi garantiti da asset digitali, ed è supportata da importanti istituzioni finanziarie con sede a Londra. 

L’impatto ambientale generato dal significativo consumo energetico del mining di Bitcoin è probabilmente ad oggi il singolo maggior problema che deve affrontare questa tecnologia. 

Visto che non è realistico immaginare che il consumo possa ridursi in modo sensibile a breve, l’unica soluzione è quella di ridurne l’impatto ambientale. 

Sebbene vi siano già diverse iniziative in tal senso, come quella sostenuta anche da Elon Musk, potrebbero non essere sufficienti a ridurre in modo drastico l’impatto ambientale del mining. Sicuramente questa riduzione è già in corso, anche grazie al fortissimo calo delle attività di mining in Cina, ma il problema potrebbe essere troppo ampio per essere risolto in questo modo. 

Una soluzione alternativa, che si aggiunge alle altre, è proprio la compensazione dell’impatto energetico del mining di Bitcoin con crediti di carbonio che di fatto finanziano attività che riducono l’inquinamento e le emissioni di CO2. Per questo l’iniziativa di ETC Group risulta essere interessante, anche solo come test per capire se questa strada può contribuire significativamente a risolvere il problema.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.