banner
Gli esperti di criptovalute sono sempre più richiesti mentre i Paesi lanciano valute digitali
Gli esperti di criptovalute sono sempre più richiesti mentre i Paesi lanciano valute digitali
Criptovalute

Gli esperti di criptovalute sono sempre più richiesti mentre i Paesi lanciano valute digitali

By Guest post - 25 Lug 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Annunciando al mondo intero il lancio della propria valuta digitale, la Cina ha fatto da apripista inaugurando questo trend a livello globale. Anche Stati Uniti ed Europa, infatti, sono in fase di progettazione per il lancio rispettivamente del Dollaro e dell’Euro virtuale.

È quindi indubbio che le autorità monetarie di tutto il mondo si stiano affrettando a progettare valute digitali mentre rimane un dubbio, ed è la domanda che molti analisti si pongono, su chi sia in grado di farlo.

Applicando la stessa logica della Nasa quando viene violata da hacker, la tendenza è quella di assumere gli stessi per risolvere il problema. Alcuni dei primi governi passati al digitale hanno infatti trovato una risposta negli appassionati di criptovalute.

Per questi “ribelli”, uniti contro gli approcci tradizionali alla finanza, la tendenza digitale può rappresentare un’opportunità straordinaria per creare denaro virtuale per un’intera nazione.

Un esempio è certo quello del consulente crittografico israeliano Barak Ben-Ezer, partito per le Isole Marshall nel 2018 per proporre all’arcipelago dell’Oceano Pacifico l’adozione di una valuta nazionale, da lui progettata a somiglianza di bitcoin.

Il governo ha presto conferito a Ben-Ezer responsabilità più tipicamente riservate a tesorieri e legislatori e, nel giro di pochi mesi, l’intero parlamento delle Isole Marshall ha approvato a stragrande maggioranza una legge che adotta la sua creazione – chiamata SOV – come moneta a corso legale, un passo cruciale verso la sua effettiva emissione.

La domanda di strategie su come costruire una valuta digitale è stata sovraccaricata dai segnali della Cina, che potrebbe essere vicina al lancio di una versione digitale dello yuan: venerdì, non a caso, Pechino ha dichiarato che il suo e-CNY è già stato testato in oltre 70 milioni di transazioni per un valore superiore ai 5 miliardi di dollari.

Anche le principali banche centrali dispongono spesso di team che modellano scenari di digitalizzazione anche se sono in molti a rivolgersi, più silenziosamente, a ingegneri con esperienza in criptovalute e blockchain.

Persino la Federal Reserve statunitense ha collaborato con svariati esperti, nello scenario del Massachusetts Institute of Technology, per la creazione di un possibile dollaro digitale che potrebbe vedere la propria diffusione in pochi anni.

 

Autore

Giuseppe Pascarella è un analista finanziario e fondatore e CEO del gruppo PascaProfit, una delle principali società italiane ed europee in materia di analisi.

Spesso ospite di meeting importanti con personaggi di rilievo come Christine Lagarde (numero 1 della BCE) e Ursula Burns (ex consulente di Obama), è anche attivo nella promozione dell’alfabetizzazione finanziaria in Italia grazie ai libri “Battere il Benchmark” e “Dove metto i miei soldi”.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.