Estate 2021: le spese degli italiani secondo Revolut
Estate 2021: le spese degli italiani secondo Revolut
Fintech

Estate 2021: le spese degli italiani secondo Revolut

By Riccardo Mangiapane - 16 Ago 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Revolut ha analizzato i dati di spesa degli italiani per l’estate 2021. I programmi delle vacanze, anche se meno rispetto a quelli dell’anno scorso grazie alla campagna vaccinale, hanno subito un impatto negativo a causa dei timori legati alle nuove varianti e ad alcune restrizioni, incidendo sui consumi legati ai viaggi e al tempo libero.

Viaggi all’estero ancora lontani dai livelli pre-pandemia, un calo dei pagamenti con carta dei turisti all’estero e una netta preferenza per auto noleggiate e appartamenti rispetto a mezzi pubblici e hotel.

Queste sono le peculiarità dell’estate 2021 fotografata da Revolut, fintech inglese con 16 milioni di clienti in tutto il mondo, che ha analizzato come gli italiani stanno spendendo il proprio denaro questa estate in base ai dati interni degli oltre 650.000 utenti italiani.

Le stime di Revolut sulle spese degli italiani per l’estate 2021

La quota di denaro spesa all’estero è in crescita rispetto allo scorso anno, ma non ha ancora raggiunto i livelli pre-pandemia. Infatti, solo il 26% della spesa è avvenuta all’estero, leggermente in crescita rispetto al 2021 quando era il 20% del totale.

Ricordiamo invece i livelli del 2019, quando la metà della spesa totale di un italiano avveniva fuori dai confini nazionali.

Confrontando ed osservando i diversi metodi di pagamento, il report di Revolut ha dimostrato che l’importo totale speso con carta, in media, dalla singola persona all’estero ha visto una progressiva diminuzione nelle ultime estati. Gli italiani hanno speso 475 euro nel 2019, 396 euro nel 2020 e solo 362 euro nel 2021.

Gli italiani continuano ad essere attenti al distanziamento sociale e, infatti, nel 2021 la spesa per quelle soluzioni volte ad evitare o ridurre contatti con altre persone si mantiene circa agli stessi livelli dello scorso anno. Ad esempio, la spesa per i servizi di autonoleggio è aumentata del 22% rispetto al 2019, mentre la spesa per gli appartamenti è aumentata del 34%, a 425 euro a persona.

I clienti italiani di Revolut, anche per queste vacanze, hanno optato per gli alloggi. Quest’anno la cifra destinata ai soggiorni in albergo è incrementata solo del 2%, registrando una spesa media a persona di € 256.

Quattro italiani su 10 (39%) si sentono tranquilli a prendere un aereo. La spesa per i voli in questi mesi estivi si attesta infatti allo stesso livello del 2020, con una media di 183 euro a persona.

Guardando ai treni, il calo è leggermente più contenuto ma comunque considerevole, con una spesa di 61 euro a persona e il 21% inferiore rispetto al 2019.

Infine, i dati sui pagamenti mostrano che grazie all’allentamento delle restrizioni e al numero crescente di persone vaccinate, gli italiani hanno ricominciato a frequentare le tradizionali destinazioni estive. Sebbene la maggior parte degli utenti Revolut italiani sia rimasta nel Bel Paese, la meta straniera preferita per le vacanze all’estero nel 2021 torna a essere la Spagna, che lo scorso anno era stata invece stata superata da Regno Unito, Francia e Svizzera.

Un lento ma costante ritorno verso quella fiducia negli spostamenti per turismo. Il ritorno alla situazione pre pandemia appare sicuramente ancora distante, ma i segnali che nella popolazione italiana ci sia la volontà di riprendere la normalità appare oggi più che mai un fatto concreto.

 

Riccardo Mangiapane

Laureando magistrale in Management and Finance presso l'università LUMSA di Roma. Appassionato in fintech e crypto, segue con interesse gli avvenimenti sui mercati finanziari cooperando in team all’analisi di diversi casi studio durante il suo percorso accademico.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.