banner
Mercato crypto: gli istituzionali battono i retail su Coinbase
Mercato crypto: gli istituzionali battono i retail su Coinbase
Criptovalute

Mercato crypto: gli istituzionali battono i retail su Coinbase

By Marco Cavicchioli - 16 Ago 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il mercato delle criptovalute, stando al rapporto sugli utili del secondo trimestre del 2021 di Coinbase, starebbe mostrando segni di maturità. 

Lo sostiene il Sales Trader di GlobalBlock, Marcus Sotiriou, che fa notare come il volume degli scambi retail sia più che decuplicato nel trimestre concluso il 30 giugno, rispetto al medesimo trimestre dell’anno scorso, passando da 11 a 145 miliardi di dollari. Ancora meglio ha fatto il volume degli scambi degli investitori istituzionali, cresciuto addirittura di venti volte in un anno, passando dai 17 miliardi del 2020 ai 345 miliardi di quest’anno.

Pertanto, fa notare Sotiriou, sebbene il mercato crypto possa ancora apparire fortemente orientato verso gli investitori retail, in realtà il rapporto di Coinbase mostra chiaramente come le istituzioni stiano iniziando a dominarlo. 

Coinbase ha anche annunciato un profitto di oltre 1,6 miliardi di dollari, quasi doppio rispetto al trimestre precedente, con un fatturato di 2 miliardi maggiore rispetto agli 1,88 miliardi previsti dagli analisti.

Non stupisce più di tanto perciò che il famosissimo produttore di microchip Intel abbia dichiarato di avere investito 800.000 dollari in azioni della società.

I segni di maturità del mercato crypto oltre Coinbase

Anche al di fuori di Coinbase sono apparsi ulteriori segni di maggiore maturità del mercato crypto.

Ad esempio la società di investimento privata Neuburger Berman sta aggiungendo i future su bitcoin al suo fondo strategico per le commodity, come esposizione strategica al prezzo di BTC per coprirsi contro  rischi di inflazione, visto che bitcoin “è scarso per definizione”.

Inoltre Elon Musk e Mark Cuban hanno nuovamente appoggiato Dogecoin come criptovaluta “più forte” per pagare beni e servizi.

Nell’insieme, in buona sostanza, ci sono diversi indicatori che suggeriscono che il mercato crypto sia cambiato rispetto a com’era anche solo l’anno scorso, quando i segni di maturità erano scarsi e rari. Invece l’ormai crescente interesse da parte dei grandi investitori, e delle grandi aziende, mostra non solo un cambio di tendenza, ma anche un probabile forte consolidamento delle stesse fondamenta di questo mercato ancora così giovane e particolare.

Sempre secondo il Sales Trader di GlobalBlock, che è un broker di asset digitali con sede nel Regno Unito, la tendenza del prezzo di bitcoin ha subito di recente un’inversione al rialzo, ma sarebbe prevedibile un pullback prima che la crescita possa continuare. Sotiriou fa notare che contemporaneamente all’aumento del prezzo c’è stato un calo dei volumi, e si è verificata una divergenza ribassista nell’indicatore RSI sull’intervallo di tempo giornaliero. Inoltre si starebbe formando un modello a cuneo crescente che ha un’elevata probabilità di rompersi al ribasso.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.