banner
Ad ottobre la SEC approverà il primo ETF di Bitcoin?
Ad ottobre la SEC approverà il primo ETF di Bitcoin?
Bitcoin

Ad ottobre la SEC approverà il primo ETF di Bitcoin?

By Vincenzo Cacioppoli - 31 Ago 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

La SEC si appresterebbe a dare il via libera al primo ETF in Bitcoin negli USA. 

Pareri discordanti

Questo almeno è quello che sostiene l’analista di Bloomberg Eric Balchunas, che prevede che entro ottobre prossimo l’autorità per la borsa americana potrebbe approvare un ETF presentato dalla società di investimento Proshares.

Ma, secondo altre autorevoli fonti, invece, è assai improbabile che la SEC faccia una simile mossa, considerando che fino ad ora non ha dato l’ok a nessuno dei circa 20 ETF presentati.

Secondo Karen Smith della Blockchain Association, infatti, fino a quando il presidente della SEC Gary Gensler non vedrà in vigore un certo regime normativo, è improbabile che un ETF Bitcoin venga approvato nel Paese. 

I gemelli Winklevoss primi a presentare un ETF in Bitcoin alla SEC

Sono passati 8 anni da quando i gemelli Winklevoss hanno cercato per la prima volta di ottenere l’approvazione con la Securities Exchange Commission (SEC) per un nuovo fondo negoziato in borsa per Bitcoin, quando la valuta veniva venduta per meno di $ 100.

Da allora, il prezzo di Bitcoin ha oscillato su e giù, raggiungendo anche $ 60.000 a un certo punto all’inizio di quest’anno, e più di 15 gestori patrimoniali sono saliti a bordo con i propri documenti, nessuno dei quali ha ricevuto il via libera dai titoli statunitensi regolatore. 

L’analista di Bloomberg Intelligence James Seyffart ha monitorato gli oltre 35 tentativi in ​​America dal 2013, la maggior parte dei quali è stata ritardata o negata.

Ora però sembra si stia assistendo ad una accelerazione da parte di società di investimento per presentare ETF alla SEC.

Nelle ultime due settimane, infatti, oltre a ProShares, anche Invesco Ltd., VanEck, Valkyrie Digital Assets e Galaxy Digital hanno tutti presentato piani per ETF futures su Bitcoin.

Il Presidente della SEC ha parlato apertamente di un possibile prossimo ETF in Bitcoin

All’inizio di agosto, il Presidente della Securities and Exchange Commission, Gary Gensler, ha indicato che sarebbe stato ricettivo nei confronti degli ETF che scambieranno futures su Bitcoin piuttosto che criptovalute stesse, purché seguano regole più rigide solitamente riservate ai fondi comuni di investimento.

La SEC ha già approvato il primo fondo comune di investimento statunitense basato su Bitcoin, che ha iniziato a negoziare il mese scorso.

Parlando all’Aspen Security Forum, Gensler ha affermato che gli emittenti che strutturano gli ETF ai sensi dell’Investment Company Act del 1940 aiuterebbero a proteggere gli investitori da attività illecite. 

La legge vecchia di decenni è una serie di linee guida più rigorose che di solito si applicano ai fondi comuni di investimento. Ad esempio, richiede un consiglio indipendente e dà a un fondo la possibilità di smettere di accettare nuovi soldi, cosa che la maggior parte degli ETF non può fare.

In Brasile e in Canada sono stati già approvati i primi ETF

A marzo scorso la Securities and Exchange Commission brasiliana aveva approvato un ETF di Hashdex, che offre esposizione a una varietà di criptovalute. 

A febbraio scorso invece Purpose Investments ha lanciato il primo ETF bitcoin in Canada sulla Borsa di Toronto, raggiungendo $ 1 miliardo (CAD) dopo solo alcune settimane sul mercato.

Da allora, in Canada sono stati lanciati anche Bitcoin ETF (EBIT) di Evolve, The CI Galaxy Bitcoin ETF (BTCX) e 3iQ CoinShares ETF (BTCQ).

 

Vincenzo Cacioppoli
Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.