banner
Bittrex aggiunge nuovamente Zcash (ZEC)
Bittrex aggiunge nuovamente Zcash (ZEC)
Altcoin

Bittrex aggiunge nuovamente Zcash (ZEC)

By Marco Cavicchioli - 1 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’annuncio è di ieri: l’exchange crypto Bittrex Global ha nuovamente aggiunto Zcash (ZEC) alle criptovalute scambiabili sulla propria piattaforma

La criptovaluta era stata rimossa dall’exchange il 15 gennaio scorso, quando le preoccupazioni riguardo la conformità normativa dell’utilizzo delle criptovalute ad elevato livello di privacy fu messa in discussione. Infatti, insieme a Zcash l’exchange delistò anche Monero (XMR) e Dash. Da notare però che XMR e Dash non sono ancora stati reintrodotti.

Il 2021 poco propizio per le criptovalute della privacy

Durante quest’anno nè Monero nè Zcash sono riuscite a tornare sui livelli massimi storici, sebbene XMR ci sia andato più vicino di ZEC.

Dash non si è ancora nemmeno riavvicinata al record di prezzo di dicembre 2017.

È andata meglio a Decred (DCR), che ha fatto registrare il suo massimo storico ad aprile di quest’anno, e anche a Horizen (ZEN), che lo ha raggiunto a maggio. Anzi, Decred ormai ha addirittura superato Zcash per capitalizzazione di mercato, mentre le principali da questo punto di vista rimangono Monero e Dash.

La regolamentazione crypto contro la troppa privacy

Il problema è legato proprio alla regolamentazione delle transazioni. 

Le criptovalute ad alto livello di privacy consentono un anonimato pressochè assoluto, sebbene da questo punto di vista Dash non possa essere considerata a tutti gli effetti una “privacy coin“.

Questo si ottiene criptando le informazioni contenute nelle transazioni registrate sulla blockchain pubblica.

A dire il vero, anche Bitcoin può consentire un elevato livello di privacy, se ad esempio si utilizza Lightning Network che non registra le transazioni sulla blockchain pubblica, ma visto che tutti i wallet LN devono registrare sulla blockchain pubblica almeno la transazione di apertura del canale, la privacy su Bitcoin rimane decisamente più limitata rispetto alle vere e proprie privacy coin.

In particolare, è Monero quella che viene maggiormente utilizzata per occultare le transazioni, nonostante queste vengano tutte registrate sulla sua blockchain pubblica.

Inizialmente si credeva che Zcash avrebbe potuto scalzare Monero da questa leadership, ed invece alla fine la sta mantenendo XMR.

Nel corso di questo 2021 però l’attenzione si è un po’ spostata dalle privacy coin, oggetto di molte attenzioni ad inizio anno che portarono diversi exchange a delistarle, perchè si è concentrata maggiormente sulle criptovalute nel loro insieme.

Infatti, ormai, la discussione riguardo la regolamentazione non sembra trattare le privacy coin in modo differente rispetto alle altre criptovalute, forse proprio grazie anche a Lightning Network, che di fatto porta Bitcoin all’interno di questo ristretto gruppo di criptovalute che possono garantire livelli di privacy elevati.

Ormai LN si sta diffondendo sempre di più, e visto che le privacy coin non sono ancora molto utilizzate – o comunque non come BTC – è probabile che alla fine l’attenzione dei regolatori si concentrerà proprio in massima parte sulle transazioni non pubbliche in BTC su LN, portandosi dietro anche quelle pubbliche ma criptate delle vere e proprie privacy coin.

Oltre Bittrex: altri exchange torneranno a listare ZCash, Dash e Monero

In uno scenario simile è lecito attendersi che anche altri exchange possano re-listare le privacy coin, e che anche lo stesso Bittrex possa alla fine re-listare anche XMR e Dash.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.